Torna Costantino a La Martella con “Malafemmena’’

Un argomento di stretta attualità, quello dei soprusi, delle violenze e purtroppo dei femminicidi, che “gratta gratta’’ o “scfrucugliando scfrcugliando’’ come si dice con accento napoletano, compare anche nelle canzone. E Costantino Dilillo, scrittore e rettore dell’Università della Terza età e dell’Educazione permanente (Unitep) di Matera ha approfondito e descritto nell’ultimo lavoro ‘’Malafemmena’’ che presenterà venerdì 19 giugno, alle 19.00, al Borgo La Martella. Un evento nell’ambito del programma di celebrazioni dei 70 anni del Borgo. Del libro abbiamo parlato in varie occasioni , come ha fatto il nostro Vito Bubbico nel servizio https://giornalemio.it/cultura/a-matera-si-presenta-malafemmena-il-femminicidio-nella-canzone-italiana/, mettendo in luce tra ritornelli, storie e riferimenti tante storie di Malafammena. Il principe Antonio De Curtis, in arte Totò, ne fece uno dei tanti cavalli di battaglia. E chissà che una canzone, una delle tante analizzate da Costantino, non faccia riflettere tante teste deviate che non ragionano e rovinano tante vite, che sembravano segnate dall’amore.

Comunicato stampa.

Venerdì 24 giugno appuntamento alle ore 19 nella Piazza Montegrappa del Borgo La Martella.

L’Associazione Amici del Borgo, gruppo di lavoro 70 anni di La Martella 2023
e Edigrafema editore società cooperativa editoriale

Presentano il libro

MALAFEMMENA, il femminicidio nella canzone italiana
di Costantino Dilillo.

Programma:
Introduce la serata Gelsomina De Lorenzo

saluti dell’editrice Antonella Santarcangelo di Edigrafema

Marianna Flumero dialoga con Costantino Dilillo, scrittore, autore del saggio.

Partecipano al dibattito
Patrizia De Luca, psicoterapeuta e
Maria Bubbico sociologa
che hanno curato l’appendice scientifica del volume.

Previsti interventi del coro “Vissi d’arte”

Related posts

Rispondi