Pane, amore per il cuore antico di Matera e poesia. A tavola, tra amici e viandanti (dimenticate l’inconcludente neologismo degli abitanti temporanei) quella formula conviviale e culturale ci sta tutto, per ascoltare, riflettere e chissà a stimolare un po’ tutti a leggere, scrivere ,magari riprendendo carta,matita e penna visto che quella manualità con l’avanzare della tecnologia è stata dimenticata o quasi. I tre appuntamenti che Vicolo Cieco Salsamenteria ha in programma a partire dal 9 luglio in via Fiorentini sono tra quelli da non perdere, per la semplicità e la freschezza di una iniziativa che risponde in concreto al ”vuoto” di contenuti e proposte per animare l’offerta del turismo di prossimità. Merito dell’arcinoto Nando Irene, da sempre attento a formule promozionali e di animazione territoriale, legate all’arte e alla cultura. Tre serate di taglio diverso e con autori diversi, come leggerete nella nota che pubblichiamo di seguito, moderate dalla barava collega Rossella Montemurro.

IL PROGRAMMA DI ” Sassi&Parole”

Prende il via giovedì 9 luglio alle 19.30 a Matera da Vicolo Cieco Salsamenteria (in via Fiorentini) la rassegna “Sassi & Parole. Presentazioni letterarie nei Sassi”.
Il primo autore è il materano Giovanni Calia che parlerà de La congettura dell’anima (Altrimedia Edizioni), la storia romanzata di Grigorij Jakovlevič Perel’man, matematico di San Pietroburgo, un’intelligenza eccelsa e una sensibilità estrema, che riuscì a dimostrare la Congettura di Poincaré. Perel’man rifiutò carriera, clamore e premi in denaro diventando lui stesso l’enigma da risolvere.
Il 15 luglio è la volta di Madri gotiche (Linea Edizioni) di Patrizia Busacca, giornalista prematuramente scomparsa. Il memoir, lucido e coraggioso, ripercorre la storia di una zia schizofrenica che, appena adolescente, fu ricoverata in un ospedale psichiatrico. Le vicende di questa donna sono però solo il pretesto per parlare della propria famiglia e di sé, come spiega l’autrice nella quarta di copertina: “Guardo avanti e guardo indietro e visto che si sono presi poco cura di me nella mia infanzia, ho deciso di prendermi cura di una zia malata nel corpo e nella mente, anche se non so bene cosa fare per lei. Intendo raccontare la sua storia e la mia”. A presentare il romanzo interverrà il marito della Busacca, lo sceneggiatore Alessandro Bencivenni.
Il 22, infine, ci sarà La ballata dei Sassi (Sperling & Kupfer) di Carlos Solito: un originale inseguimento “letterario”, con spaccati di varia umanità e piccoli flash sulla città dei Sassi che mettono in luce i suoi luoghi più belli e suggestivi. Non solo, anche l’hinterland – Stigliano Aliano/Gagliano e altri comuni del Materano – è tra i protagonisti di una storia singolare ambientata ai giorni nostri ma con echi d’altri tempi. Nel corso della serata l’attore Giorgio Consoli leggerà alcuni brani tratti dal libro.
Tutti gli incontri saranno moderati dalla giornalista Rossella Montemurro.