Mostre aperte di sera e con un motivo in più, per la creatività a volte surreale dell’artista, se si tratta di quella dedicata alle opere di Salvador Dali ” La persistenza degli opposti” che ha aperto i battenti a Matera, il 2 dicembre scorso, nelle chiese rupestri di San Nicola dei Greci e Madonna delle Virtù. Ne abbiamo avuto conferma per il ponte dell’Immacolata con i visitatori davanti all’opera ”Danza del tempo” , illuminata da un faro, per l’immancabile selfie in notturna e all’ingresso di visita. Non è un caso. E qualcuno reduce dal tour al presepe vivente e alla kermesse ” Sassi divini” ha mostrato il calice di un rosso rubino. Salvador , ne siamo certi, avrebbe apprezzato per un brindisi e un omaggio all’arte e ai luoghi unici e suggestivi che ospitano la sua mostra. E per saperne di più, oltre a quanto pubblicato finora da giornalemio.it, potete visitare il sito web daliamatera.it