Che ci fa Madonna ” Monna” Antonella Presta da Matera e con radici da Rotunda Maris, con la doppia tessera di partito ”sorridente’ zingarettiano e del movimento APPeppino alla ” Congiura dei Baroni” di Miglionico ? Se lo sono chiesti in tanti. Curiosità, divertimento o studiare come venirne fuori dalle tante congiure che baroni, baronesse, contesse, conti e accattoni della politica puntano a fare per le comunali di Matera 2020, quando sarà sbollito il clima festaiolo dell’anno di capitale europea di viale Europa e via delle Nazioni Unite? E sì Monna Antonella, con cerchio e acconciatura regale, ha pensato bene di capire come le casate ciniche del passato avessero ispirato la marea delle liste ciniche di oggi, con tante comparse, comprimari e teste di legno, servi di ogni padrone pronte a tradire ancora una volta. Da quanto si è appreso le è stato utile la visita guidata con i bravi e preparati giovani dell’Associazione Giallo Sassi, che le hanno svelato segreti e segrete del Castello del Malconsiglio. Niente delitti efferati, per carità, ma una traccia di come e quando escludere (per quanto possibile) gli avventurieri di sempre l’ha avuto. Attendiamo relazione nel sorridente ma con aria di commissariamento nel sorridente partito zingarettiano e nel movimento APPeppino, dove le rievocazione del tempo che fu sono pane quotidiano. Per ” Monna” Antonella Presta un premio insperato della baronia miglionichese o di ”Napullichj” come la chiamano reali, vassalli, valvassori e valvassini. E’ stata adocchiata da un regista per una parte nella fiction ” La Principessa Sassi”. E se le fortune saranno quelle del noto film ” La Principessa Sissi” con Romy Schneider avremo repliche su repliche anche in tv. L’ultima, proprio il 14 agosto, su RaiTre. Coincidenze. O un segno del Destino?…