Appena ricevuta la notizia che la applaudita commedia di successo, “Moggh’ a jess stud’ch” (meglio essere stupidi),della compagnia materana Talia teatro diretta Antonio Montemurro, tornerà con spettacoli il 30 e 31 maggio presso il Teatro nel Sasso, siamo stati presi dal dilemma : ‘’ Fanno i fessi per fare la guerra ? ‘’ o ‘’ stanno in guerra per farci fessi ?’’. E il riferimento non poteva che essere riferito ai protagonisti del dramma della guerra nella vecchia Europa, con gli eccidi della popolazione civile in Ucraina. Una scia di sangue, lutti,con tutto lo scambio di accuse, tra veridicità, ipocrisie dei soggetti in lotta, che recitano un copione dettato da opportunismi deleteri, senza perseguire realmente l’esigenza di pace. Putin, Zelesky, Biden, i capi di Stato dell’Unione Europea, la Cina che sta alla finestra mentre Papa Francesco, voce isolata, che insiste per evitare la terza guerra mondiale. Così non ne usciamo. Talia teatro con una pièce esilarante, di impronta eduardiana, che fa ‘’riflettere’’ e non poco https://giornalemio.it/cultura/larallallaa-torna-talia-a-natale-con-meglio-essere-stupidi/”/ ci porta nella dimensione del fare e nella denuncia di protagonismi che fanno male a tutti. Meglio riderci sù e sperare che dopo tre mesi di guerra venga fuori la stagione dell’ ulivo. Anche se, come si dice dalle nostre parti, la frasca è amara…
LA COMMEDIA
“L’opera- scrive Montemurro nel pieghevole- offre allo spettatore episodi irresistibilmente comici, che lo faranno ridere per due ore. Le prove sono state numerose e laboriose, perchè gli attori ridevano spudoratamente, per le battute dei compagni di scena, senza che ci fosse modo di fermarli. Io stesso, durante le prove, mi sono divertito moltissimo. Per questo, Talia Teatro, in questo periodo difficile per tutti, vi propone di mettere da parte i pensieri e di venire a ridere a teatro con noi”.
e mail taliateatro.it@gmail.com

GLI INTERPRETI
Antonio Montemurro, Franco Burgi, Marco Floridia, Elisa Basile, Nicola Lionetti, Antonello Morelli, Valentina Ranoia, Giulia Cifarelli, Anna Cimarrusti, Francesco Palomba, Anna Santarsia, Paola Cancelliere, Giuseppe Lafasanella, Nunzio Papapietro
Scene: Elisa Basile ed Eustachio Logiudice
Costumi: Elisa Basile e Pina Santeramo
Luci: Carlo Iuorno
Musiche originali: Alessandro Di Leo
Assistenza alle musiche: Michele Abatino
Progetto grafico: Elisa Basile, Marco Floridia
Coordinamento: Mina Clemente
Assistenza alla regia: Nicoletta Lionetti
Regia di Antonio Montemurro