mercoledì, 19 Giugno , 2024
HomeCulturaMay Chen vince il Premio Energheia Israele 2023

May Chen vince il Premio Energheia Israele 2023

L’associazione culturale Energheia comunica “la designazione della vincitrice del Premio Energheia Israele 2023: May Chen, ventisettenne di Tel Aviv con il racconto: “Follow the suns with the yellow horse”.” e la “Menzione speciale: per Avichay Kadosh, ventinovenne di Gerusalemme, con il testo “A woman with a cigarette sitting on the threshold”.” “Anche quest’anno -si rileva- il Premio ha avuto un ampio e positivo riscontro nel Paese Medio Orientale ed è stato coordinato dallo scrittore Asher Salah, Professore di Storia del Cinema, all’Università di Bezalel a Gerusalemme e dal Prof. Dror Pimentel La vincitrice, lo ricordiamo, sarà ospite dell’associazione nei giorni della cerimonia di consegna del Premio Energheia, a settembre, per ricevere l’ambito riconoscimento. Il testo del racconto vincitore cattura l’attenzione del lettore fin dalle prime parole, per come coinvolge il lettore. Le descrizioni di questo sogno della protagonista risultano essere ben costruite grazie all’utilizzo di un fraseggio ricercato e calzante. Ottimi i dialoghi e l’uso del flashback.

L’autrice, May Chen è una scrittrice e videografia, studentessa al Dipartimento di Fotografia dell’Accademia d’Arte di Bezalel in Gerusalemme. Le sue storie sono fiabe e parabole che contengono messaggi nascosti, che si basano su reali esperienze di vita. Allo stesso modo il suo stile nella fotografia rappresenta un tentativo di rompere i consueti schemi, portando immagini provocatorie nella società contemporanea. Nel racconto oggetto di menzione, si narra la storia di un giovane impiegato che, nei pressi del suo ufficio, rimane stupito dalla presenza di una signora di mezza età che alla stessa ora compare senza dire alcuna parola, intenta a fumare sigarette dall’odore intenso e sgradevole. Dopo molti giorni, improvvisamente la donna scompare e la sua assenza si accompagna con una serie di episodi negativi che accadono al protagonista e che lo spingono a rintracciare la donna per comprenderne la causa. Asher Salah, nato a Firenze, è professore di Storia d’Israele a Gerusalemme. È specializzato nella letteratura di Ebrei Italiani e traduttore di letteratura ebraica. Ha scritto di cinema contemporaneo e collabora con numerosi quotidiani italiani sulla politica Medio Orientale. Nei prossimi giorni l’associazione pubblicherà i finalisti delle varie sezioni del Premio Energheia, la cui cerimonia di consegna avverrà il 9 settembre p.v. a Matera.”

Vito Bubbico
Vito Bubbico
Iscritto all'albo dei giornalisti della Basilicata.
RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti