Ci sono l’Idris, la Madonna della Bruna, Pinocchio, il succhiotto, la prigione che ti ospita per tre giri e le opere di Marta Salonna, artista fantasiosa, creativa che gioca volentieri con i bambini di ‘ Bimbumbam” a Palermo. E la cosa, dopo averne parlato nel servizio https://giornalemio.it/eventi/con-marta-gioco-delloca-al-bimbumbam/ , sta avendo successo. Quasi un gioco per famiglie, che invita a stare sul tappeto del gioco dell’oca che ha un nome preciso, legato alla storia della Città dei Sassi. E sull’opera artistica giocosa è riportata anche la spiegazione. ” Il gioco da tavola “Segni di Pietra” metri” che misura 3 metri per 6 , realizzato da Marta Salonna,è formato da un percorso da 63 caselle con riferimento al territorio di Matera, e a quelle tradizionali del gioco. Ogni giocatore è contraddistinto da un segnaposto . Si gioca con due dadi. Lo scopo del gioco è quello di giungere alla casella finale prima degli altri giocatori, prima di aver affrontato le sorprese del mondo fantastico dell’artista che invita a giocare con le sue opere”. Ma ce n’è una anche disegnata da un artista siciliano. Chissà che da cosa non nasca cosa, magari un giocarte mediterraneo. E per gli adulti a Palermo c’era anche un mazzo di carte del ” Mercante della Murgia” con disegni di Luigi Guerricchio, testo di Vincenzo Maria Spera, curato da Michele Saponaro, realizzato dalla nota azienda ” Dal Negro” di Trevis. Un gioco della tradizione, presentato al museo del giocattolo povero di Albano di Lucania (Potenza). A Marta e a Michele l’invito a organizzare una serata con la ‘testa e le mani al gioco” a Matera…Natale è vicino. Magari all’Immacolata e pettolata obbligata…Marta annota e prepara.