Un pizzico di emozione c’è anche perchè la platea è di livello europeo, con ospiti e musicisti provenienti da ogni dove, una città in festa e un Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ascolta ben volentieri esecuzioni del bel canto o sinfonie.

Sabato 19 gennaio per la banda di Matera, diretta dal maestro Nunzio Vincenzo Paolicelli, sarà una lunga e intensa giornata perchè dovrà fare gli onori di casa. Sia per i musicisti della banda di Plovdiv ( Maritza Brass band), l’altra capitale europea della cultura 2019, che per le altre 37 locali e straniere che animerano l’Arena della Cava del Sole prima e nei quartieri poi.

Ma è sul palco della Cava del Sole, alla presenza di ospiti internazionali, cittadini e visitatori, che ci sarà il momento più alto della giornata con l’esecuzione dell’Inno alla Gioia, composto da Ludwig van Beethoven, che apre tutti gli eventi dell’Unione europea. Per le bande italiane e straniere sarà un momento davvero solenne.

” Eseguiremo l’inno con la banda di Plovdiv- dice il maestro Nunzio Vincenzo Paolicelli. Per noi è un grande onore essere tra i protagonisti di un evento che resterà nella storia della città e della nostra tradizione musicale.

La banda a Matera porta il cognome dei Paolicelli nel solco di mio zio ”capo banda” Francesco Paolo, deceduto nel 1967, e con la costituzione dell’associazione e del complesso bandistico a lui dedicato che ho effettuato nel 1993. La banda è composta da 40 elementi, di diverse fasce di età, uomini e donne”.

Quanto al repertorio per la giornata inaugurale il maestro Nunzio Vincenzo Paolicelli, che i materani veraci chiamano anche con il soprannome di famiglia ”Pappajoll” Pappagallo, farà eseguire alcune note sue composizioni. Sono la marcia sinfonica ”Matera” del 1989, poi ”Sassi in fiore”, e ”Folklore Materano” premiato al Concorso nazionale di composizione a Legato Manupello di Pescara, che riempiranno di note la giornata di sabato 19.

Nel frattempo il maestro Paolicelli, raggiante per il successo della sua Juve in Supercoppa, e i suoi musicisti si esercitano e mettono a punto strumenti e divise per fare bella figura e far fare un figurone alla nostra Matera.

Un evento di livello europeo,anche per festeggiare il 25 anni della nascita del nuovo complesso bandistico. Musica, maestro!

Curriculum musicale Nunzio Vincenzo Paolicelli

L’associazione bandistica culturale “Francesco Paolicelli” città di Matera vanta una tradizione secolare.
Il maestro Francesco Paolicelli fonda la banda “Città di Matera”, di cui sono membri anche i suoi sei fratelli, agli inizi del 1900 e nel 1993, quasi un secolo dopo, il direttore, concertatore e compositore Nunzio Vincenzo Paolicelli decide di riportarla in vita intitolandola allo zio paterno.

Il maestro Nunzio Vincenzo dal 1980 è autore di composizioni musicali, alcune delle quali dedicate alla sua città natia (“Matera 2019”, “Sassi in fiore” e “Folklore materano”, vincitrice nel 2011 di un concorso di composizioni originali per banda) e poemi sinfonici (tra cui “Terra Lucana”). Tutte le sue creazioni, iscritte all’albo della S.I.A.E., ad oggi vengono eseguite, oltre che da bande locali, anche da quelle nazionali dei Carabinieri, della Polizia di Stato, dell’Esercito italiano e dei Vigili del Fuoco, di cui è stato maestro, nonché cofondatore nel 1967.