POLICORO – L’Istituto Comprensivo policorese “L. Milani” pronto a una nuova sfida. Dopo il successo al concorso per disegni “Star bene a scuole oltre l’emergenza”, tra gli altri, con l’Unicef, questa volta dirigente e docenti sfidano il nuovo periodo di crisi pandemica con la partecipazione al concorso “Stupe Film Italy Contest 2021”; la dirigente Agnese Schettini con le insegnanti Milena Ferrandina, Filomena Comparato e Antonio Laguardia affiancheranno e incoraggeranno i loro ragazzi e le loro ragazze a realizzare un cortometraggio per “Cinema e lotta alle droghe”. Sognando di ricevere l’ambito premio, un riconoscimento significativo in quanto il miglior video farà parte di quelli partecipanti al concorso internazionale successivo che si terrà a Los Angeles. La dead-line è fissata per il 5 maggio. La premiazione italiana avverrà comunque il 3 giugno.

Il concorso è realizzabile in zone di “qualunque colore e restrizione, grazie alla fantasia dei ragazzi”. “L’iniziativa – è ricordato dal bando di gara -, patrocinata dal Comune di Cervia, è organizzata da Accademia degli Studi di Ravenna, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale Cervia2, nasce in Romagna e coinvolge tutta l’Italia”. Il concorso di video vedrà protagonisti giovani studenti delle scuole medie “per una cultura libera dalla droga”.

L’obiettivo è quello di: “Attivare i giovani consentendogli di utilizzare la loro inventiva e creatività per divulgare intorno a loro una sana idea di prevenzione e lotta alla droga con la realizzazione di cortometraggi e video da loro ideati e realizzati”. “StupeFilm” è presentato quale progetto che ridà voglia di vivere ai ragazzi in un periodo particolarmente buio per loro. “Essendo questo un problema sociale, che tocca le giovani generazioni, l’intento è proprio che siano loro stessi a coinvolgere i loro amici con questo messaggio”, chiosano gli organizzatori.

Non a caso, testimonial del concorso è Langé, poliziotto antidroga nonché saggista, Street Artist e cinedocumentarista. Giudici del concorso sono, invece, i registi pluripremiati Gian Paolo Mai e Giorgio Molteni della “Scuola Cinema Ravenna” divisione interna della “Cesena Film Academy”.

Un’altra bell’idea. Per ragazzi e ragazzi. Per affrontare creativamente questo nuovo momento di difficoltà. E, questa volta, a contrasto d’uno dei problemi più gravi che continuiamo ad avere.