giovedì, 29 Febbraio , 2024
HomeCulturaIl colore vibra... e si muove come l'Etoile della Scala

Il colore vibra… e si muove come l’Etoile della Scala

L’accostamento ideale ci sta tutto per descrivere il percorso della mostra che Gianni Dell’Acqua ha allestito nella chiesa del Purgatorio, https://giornalemio.it/cultura/il-colore-lo-sae-gianni-gli-dedica-una-mostra/ , dopo un lungo periodo di ricerca, contrassegnato da produzioni passate dalla tela a installazioni davvero originali. E così la dedica a Carla Fracci, la stella ”l’etoile” del Teatro alla Scala,fatto sulle punte di cromatismi che si muovono all’unisono, per esaltare forme e spazi, è un po’ l’emblema di un astrattismo saldamente legato alle ”radici” del territorio. E del resto le ”chiesette” fatte di tante matite colorate, tirate fuori dall’astuccio, per essere inserite in campane di vetro, come i nostri nonni facevano per madonne, santi e natività, sui possenti comò, sono il simbolo di una religiosità del quotidiano ben rappresentata. Campane di vetro che risuonano in una chiesa, quella del Purgatorio, gestita dalla cooperativa Oltre L’Arte, che ospita mostre ed eventi culturali legati all’anima popolare della Città dei Sassi . Gianni Dell’Acqua, che fa onore al suo cognome, con un elemento- l’acqua del sapere- sempre in movimento, ne ha riprodotto rivoli, vortici, gorghi, onde in piccole installazioni efficaci. Puntando sull’azzurro, come le foglie di un albero mosse dal vento, o all’interno di una gabbia aperta, policroma, dove la libertà di comunicare spicca il volo verso i cieli dell’arte. Sensazioni e impressioni personali, colte sabato scorso poco prima della chiusura della presentazione, quando si ha possibilità di soffermarsi davanti alle opere, quasi in ”religioso silenzio”. Fatelo anche voi. La vita è fatta da ”scale di grigi” ma anche di tanti colori, che continuano a vibrare nell’anima e davanti ai vostri occhi. E Gianni Dell’Acqua è il maestro d’orchestra per eseguire una sinfonia senza tempo.

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti