il 36° confinato a Torino…al Mercato Centrale

Don Pierino Dilenge e la sua storia da ”36esimo confinato ad Aliano ( Matera) approdano a Torino, sabato 28 maggio, per una presentazione ufficiale del libro scritto dal collega Emilio Salierno, al mercato centrale di Porta Palazzo . E la cosa è apprezzabile per il rapporto che la capitale sabauda ha con la nostra terra . Un nome su tutti. Carlo Levi che era stato confinato ad Aliano , durante il Ventennio fascista. Il medico, artista, scrittore torinese che nel ” Cristo si è fermato ad Eboli” raccontò esperienza e vita contadina di una ”Lucania” poco conosciuta e destinata negli anni a scomparire. E proprio nella città sabauda, che ha tanti legami con la Basilicata (il nome ufficiale riconosciuto di questa regione, come è nello Statuto regionale e nella Costituzione) Emilio Salierno parlerà di un confinato di ieri e di oggi, don Pierino, del quale abbiamo parlato nel servizio https://giornalemio.it/cultura/don-pierino-rivoluzionario-e-36confinato-nella-sua-aliano/ . I torinesi e i tanti corregionali che vivono lì da generazioni avranno modo di sentire dalla voce dell’autore, e dal giornalista Michele Brucoli, la storia narrata nel libro edito da Gangemi e i tanti spunti, di stretta attualità, di una voce fuori dal coro. E nella locandina è sintetizzato quello che è accaduto e accade in altri contesti. ”La storia di una lotta contro la gerarchia ecclesiastica e i partiti politici. Il 36esmo confinato è Don Pierino Dilenge, prete rivoluzionario, mandato negli anni Settanta ad Aliano, in Basilicata. Come Carlo Levi. Confinati perchè non in sintonia con il potere”. Appuntamento alle 11.00 nello Spazio Fare, con un un invito a partecipare ” Vieni e senti!”


Related posts

Rispondi