E’ stato presentato nella Sala Laura Battista della Biblioteca provinciale di Matera, nella serata di venerdì 16 novembre, davanti ad un pubblico attento,  il nuovo libro di Vincenzo Maida, “I muri parlano. Montalbano, tra passato, vicoli e destini” (Altrimedia Edizioni). Storie e racconti ricchi di spunti per la cultura lucana. Il libro, infatti, descrive un paesaggio lucano, Montalbano per l’appunto che dopo la lettura del libro offre una chiave di lettura diversa, soprattutto, come ha detto l’autore, in un territorio come la Basilicata in cui siamo concentrati a esplorare ed estrarre le ricchezze del sottosuolo quando, poi, ci si accorge che la vera ricchezza è quello che esiste sopra il suolo. “I muri parlano” descrive, inoltre, con passione quello che, nel corso degli anni, è accaduto nelle strade e nelle case del piccolo centro del Materano mettendo in risalto personaggi noti nati nel piccolo centro: da Francesco Lomonaco, amico e maestro di Alessandro Manzoni e secondo padre Gabriele Ronzano ispiratore del romanzo più famoso della storia della letteratura italiana “I promessi sposi”, a Nicola Romeo fondatore della famosa casa automobilistica Alfa Romeo (palazzo Romeo è ancora esistente), da Rachele Cassano a Niccolò Fiorentino, da Felice Mastrangelo a Placido Troyli.

L’incontro è moderato da Rosalba Stasolla direttore responsabile di Radio Radiosa Matera.A portare i saluti della Provincia, il vice presidente dell’Ente di Matera, Carmine Alba.

La serata ha avuto due intermezzi attraverso la lettura di alcuni brani tratti dal libro letti da Emilia Fortunato e Emilio Andrisani dell’HermesteatroLaboratorio.

Altrimedia ha voluto fare una sorta di esperimento con una collana dedicata a storie di un paesaggio raccontato e popolato da personaggi tanto familiari quanti sconosciuti ha detto l’editore Vito Epifania. In questo caso un incontro tra autore ed editore con una sintonia totale.