Un accordo di damigiana… per rischiarare voce e palato, tra arte, amicizia, poesia, musica e ”stuzzicheria” di famiglia, e la serata materana ”Insieme” – nella giornata di San Francesco – con gli artisti Daniele Vezzoli, Nunzio Paolicelli, Roberto Lascaro e Bruno Taddeo puo’ cominciare …da dove era partita lo scorso anno.

Dal B&B “SLOW LIVING” in Via San Francesco da Paola Vecchio 22 adiacente a Palazzo Lanfranchi, un luogo a dimensione di ”pagnotta’ come ha infornato l’associazione Essere, con la partecipazione di amici, parenti, turisti e della contagiosa e trascinante voci dei ” Locantori ” padre e figlio.

La pagnotta, per farla breve, è stato il pretesto per ribadire come quella forma di pane sia fondamentale per il nutrimento e la salvezza dell’uomo e del pianeta, ammirando le opere degli espositori : quadri, grafiche, manufatti in tufo, porcellana, cartapesta dalle tecniche, forme e colori che colpiscono davvero l’occhio dell’osservatore.

E l’arte, la creatività sono una parte dell’impasto di quella pagnotta che racchiude i sapori della terra, della fatica e della soddisfazione. Concetti semplici, spesso dimenticati ma che nelle opere di Daniele Vezzoli, Nunzio Paolicelli, Roberto Lascaro e Bruno Taddeo troviamo a piene mani anzi, ad anima e pensieri coinvolgenti. Descrivere ciascuna opera sarebbe riduttivo. Vi invitiamo a vederle.

Nel solco di quella atmosfera musicale, altrettanto coinvolgente creata da Rino Locantore (polistrumentista, scettabban -banditore e anche attore) e dal suo figlio Piernicola provetto suonatore di organetto e di tamburello che hanno tirato fuori i pezzi forti del loro repertorio con l’immancabile ” Cerasa” (quello di ‘t’aggia ra na botta, addò mi piace a mme) che hanno imparato anche i turisti inglesi.

E’questa è una vittoria al contrario sugli anglicismi ufficiali di Matera 2019…con il dialetto che viene alla ribalta. Bravo Rino. Una botta ai soloni del culturame prezzolato vuoto a perdere la daremmo loro volentieri e fisicamente… Cosa non si fa per guadagnarsi la pagnotta! E torniamo al tema della serata ”Insieme”.

Con i versi recitati da Angela Vicino, con le sante affermazione, negazione e conciliazione di George Ivanovic Gurdjef, il cantico delle Creature di San Francesco d’Assisi e i versi di speranza di Nuria con i ‘’Laudato sii Signore, per nostra madre acqua, padre fuoco e madre terra’’ e l’arrivederci al 2020, naturalmente Insieme come è nello spirito dell’Associazione “Essere’’.