Ugole romane prime a Matera e alla pari, il Città di Roma e il Vocalia Consort, per la 5^ edizione del Concorso Corale “Antonio Guanti” che è la prima ed unica competizione in Basilicata, e tra le poche nel Sud , interamente riservata alla musica corale. La manifestazione, promossa dal Coro della Polifonica Materana “Pierluigi da Palestrina”, sotto la direzione artistica del M° Carmine Antonio Catenazzo, è dedicato alla memoria di Antonio Guanti, già vicepresidente dell’Associazione, scomparso tragicamente all’età di 32 anni nel Maggio del 2010.

L’edizione appena conclusa ha visto la partecipazione di nove cori provenienti da sei regioni Italiane (Friuli-Venezia-Giulia, Emilia-Romagna, Lazio, Sardegna, Campania e Puglia), tutti di ottimo livello artistico e molti conosciuti nel settore e con curriculum prestigiosi:
 Coro Polifonico OmniaMusica – Altamura (Ba)
direttore M° Luciano Ancona
 Coro Green Voices – Bracciano (Rm)
direttore M° Francesca Reboa
 Gruppo Vocale Laeti Cantores – Cagliari
direttore M° Giovanni Schirra
 Quadruvium Vocalis– Codroipo (Ud)
direttore M° Gaetan Nasato Tagnè
 Coro Paër – Colorno (Pr)
direttore M° Ugo Rolli
 Coro Polifonico Laeti Cantores – Salerno
direttore M° Roberto Maggio
 Coro Città di Roma – Roma
direttore M° Mauro Marchetti
 Gruppo Vocale Ottava Rima – Roma
direttore M° Marta Zanazzi
 Vocalia Consort – Roma
direttore M° Marco Berrini

ottava rimacittà di roma

Per la manifestazione sono giunti a Matera oltre 200 cantori, assieme ai loro accompagnatori e simpatizzanti . “Il fermento –riporta una nota degli organizzatori- si è avvertito già dal giorno precedente il Concorso.Piazza del Sedile, l’Auditorium Gervasio e la sede della Polifonica Materana erano infatti affollati di voci, colori e musica, attirando l’attenzione e la curiosità di passanti e dei sempre più numerosi turisti presenti in città.
Tutti i cori in gara hanno offerto il meglio del proprio repertorio, regalando esibizioni di altissimo livello apprezzate anche dal numeroso pubblico che, durante le varie fasi del Concorso, si è alternato nell’Auditorium Gervasio. Una maratona musicale di oltre quattro ore, durante le quali sono stati eseguiti brani che spaziavano dal gregoriano alla musica contemporanea’’

Le esibizioni sono state giudicate da una Giuria internazionale comprendente nomi del calibro di Walter Marzilli (presidente, docente di direzione di coro presso il PIMS di Roma), Piero Caraba (direttore del Conservatorio di Perugia, direttore di coro e compositore di musica vocale), Nicole Corti (Francia, docente di direzione di coro presso il Conservatorio di Lione), Manolo Da Rold (direttore di coro e compositore di musica vocale), Ivan Florjanc (Slovenia, compositore). Alla manifestazione ha partecipato la famiglia di Antonio Guanti, la mamma Anna, il fratello Gianni e la zia Gina, che non hanno mai fatto mancare la loro affettuosa presenza sin dalla prima edizione. Tra il pubblico, che nelle fasi più calde del Concorso ha gremito l’Auditorium in tutti gli ordini, si sono potuti contare diversi direttori di coro provenienti da varie regioni, alcuni dei quali hanno presentato le proprie formazioni nelle edizioni precedenti del Concorso, ma è stata notata anche la presenza di musicisti e compositori venuti apposta a Matera per assistere alla manifestazione.

giuriavocalia consort
La Giuria ha assegnato:

  • il 1° premio ex-aequo al Coro Città di Roma (dir. Mauro Marchetti) e al Vocalia Consort (dir. Marco Berrini), entrambi di Roma;
    • il 2° premio al Gruppo Vocale “Laeti Cantores” di Cagliari (dir. Giovanni Schirra)
    • il 3° premio al Coro Paër di Colorno – Pr (dir. Ugo Rolli)

Il Premio Speciale Abaco riservato alla migliore esecuzione di un Autore italiano contemporaneo, non è stato assegnato.

Il Premio Speciale “Antonio Guanti”, consegnato da Gianni Guanti, fratello di Antonio, è stato assegnato al più giovane direttore di coro in gara, Luciano Ancona, come giovane direttore emergente.

A conclusione della serata, i quattro cori premiati hanno regalato ancora al numerosissimo pubblico un brano tratto dal repertorio presentato in gara.

Uno dei momenti più importanti della manifestazione, fortemente voluto dagli stessi Giurati, è stato sicuramente l’incontro tra Giuria e Direttori di Coro, spesso accompagnati da rappresentanti dei cantori: un momento di confronto dove sono stati sottolineati pregi e difetti di ciascuna esibizione e motivate le scelte effettuate per l’assegnazione (o non assegnazione) dei premi, e durante il quale i singoli componenti della Giuria si sono prodigati in suggerimenti per la crescita delle formazioni. In generale, tutti i cori partecipanti (vincitori e non), sono rimasti soddisfatti ed hanno convenuto che l’esperienza è stata, al di là del risultato, formativa sotto tutti gli aspetti.