Il titolo è un po’ la metafora di un destino, quello della Basilicata, che negli ultimi anni sta acquistando una visibilità considerevole e non solo per merito del riconoscimento di Matera Capitale Europea della Cultura nel 2019, ma anche grazie all’impegno ed alla costanza di associazioni lucane. Ne è un ottimo esempio Liberascienza (www.liberascienza.it) associazione culturale di divulgazione scientifica, che grazie a Pierluigi Argoneto, divulgatore scientifico, e alla regista Vania Cauzillo hanno trovato  un modo differente di narrare la propria regione.

Finale

Stefania è una ragazza neo diplomata in procinto di partire per l’Università. È lei che segue le tracce degli uomini di scienza che hanno conosciuto i luoghi della nostra regione nei quali sono nati teoremi e idee universali che hanno consentito lo sviluppo della cultura mondiale. E’ attraverso questo personaggio immaginario che si inizia, così, il percorso per le strade di una Basilicata lontana dai luoghi comuni e stereotipi a cui siamo abituati.

Backstage2

L’itinerario parte dal tempio di Metapontocon la matematica di Pitagora e di Ippaso, per passare a Melfi e Lagopesole, nei castelli abitati da FedericoII, Michele Scoto e Pier DelleVigne, luoghi che hanno visto la stesura delle Costituzioni Melfitane e di uno dei più importanti libri di scienze naturali del medioevo: il De Arte VenandicumAvibus. Si raggiunge poi Venosa, la città dei madrigali di Gesualdo, della poesia di Orazio eTansillo e sede dell’Incompiuta, per fare tappa a Monticchio, nei luoghi esplorati da Giuseppe DeLorenzo sulle tracce della geologia e del Buddha, e a SassodiCastalda: il paese natale di Rocco Petrone, ingegnere capo della missione Apollo11 della NASA che ha portato l’uomo sulla luna. L’itinerario termina poi a Matera, la terza città più antica del mondo e sede dell’AgenziaSpazialeItaliana.

Backstage3

Così nasce Dalla Terra alla Luna, il documentario di viaggio che diventa il primo esperimento in Europa di riscoperta e narrazione di un territorio, la Basilicata, in grado di integrare sapere umanistico e scientifico per finalità legate al turismo di qualità e all’uso dello strumento cinematografico quale mezzo attraverso il quale sensibilizzare le nuove generazioni alle meraviglie della scienza e della ricerca. Un documentario così tanto piaciuto e innovativo completamente autoprodotto da Liberascienza, i cui diritti sono stati acquistati dalla RAI-RADIOTELEVISIONE ITALIANA e che RAI CULTURA (i cui canali tv sono RAI5, RAI Storia e RAI Scuola) ha deciso di acquisire e mettere in programmazione per i prossimi due anni, anche sulle sue piattaforme web. Una vetrina di rilievo nazionale e per una durata di tempo significativa per la storia della Basilicata, non solo quale scenario naturale per produzioni cinematografiche o per le sue meraviglie naturalistiche, ma per gli uomini di scienza e cultura che l’hanno vissuta.

Dalla Terra alla Luna sarà mandato in onda per la prima volta il 31 dicembre 2015 su RAI Scuola (sul canale 146 del digitale terrestre, 33 di Tivúsat e sul canale 806 della piattaforma satellitare Sky), alle ore 22,30 . Un ottimo auspicio prima del brindisi benaugurale di fine anno.

Troupe