Torna nella Città dei Sassi Materadio, che è alla sua sesta edizione! Avevamo già scritto dell’evento su questo blog sia noi ( https://giornalemio.it/eventi/arriva-materadio-la-festa-di-rai-radio3/) che Franco Martina (https://giornalemio.it/eventi/bollani-e-non-solo-per-materadio-2016/), ma ora è giunto il momento di goderselo.

Dal 23 al 25 settembre 2016 Casa Cava, Piazza San Pietro Barisano e Piazza San Giovanni, saranno le locatione che ospiteranno la Festa di Radio3 a Matera.
Anche quest’anno un programma ricco di appuntamenti molto interessanti per gli ascoltatori di Radio3 e per una città che, anno dopo anno, sta costruendo il progetto che ne farà, nel 2019, la Capitale Europea della Cultura.
Il tema di quest’anno è l’Utopia, in occasione dell’anniversario dei 500 anni del libro di Tommaso Moro, e perché “Utopie e distopie” è uno dei cinque temi del dossier di candidatura di Matera 2019.

Sarà dunque l’occasione, come ogni anno, per raccogliere idee, azioni e prospettive di futuri possibili. Una festa mai uguale a se stessa e in continua evoluzione. Ogni anno infatti la collaborazione tra Radio3 e la Fondazione Matera-Basilicata 2019 è sempre più stretta.

Insieme ai programmi che andranno in onda sulla rete radiofonica RAI nelle tre giornate, anche per questa edizione c’è un ricco programma off che vedrà il coinvolgimento di scuole, associazioni culturali e istituzioni locali e internazionali. Un programma (http://www.rai.it/dl/docs/1474038675270mater_libretto_2016_web.pdf) che mette in luce il ruolo della collettività nella cultura.

Materadio 2016

Un esempio sarà sicuramente il Concerto per Pubblico e Orchestra di Nicola Campogrande dove la musica e il testo sono elementi creativi da co-creare insieme tra il pubblico e l’orchestra. Il pubblico quindi è co-protagonista della performance. Da non perdere!

Insomma, tre giorni nelle strade, nelle piazze e nei Sassi della città promossa capitale europea della cultura per il 2019 con ospiti, musica, teatro e un obiettivo: raccontare L’Utopia dalla A alla Z.

Tra gli ospiti di questa edizione Stefano Bollani, Armando Punzo, Edoardo Albinati, Lucio Caracciolo, Umberto Galimberti, Moni Ovadia, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, Peppe Servillo, La banda Rulli Frulli, Francesco Piccolo, Daniele Sepe, Gianfranco Baruchello, Luigi Zoja, Guido Tonelli, Franco Farinelli …e molti altri!

Appuntamento il 23, 24 e 25 settembre 2016 -dunque- a partire dalle 16.00 con molti dei programmi della rete (Fahrenheit, Radio3 Scienza, Radio3 Mondo, Tutta la città ne parla, il Concerto del mattino Il Teatro di Radio3, A3 il formato dell’arte, Uomini e Profeti, Lezioni di Musica) e tanti libri, tanto teatro e tanta musica dal vivo.

I luoghi della festa dove incontrare gli ospiti e i conduttori dei programmi radiofonici saranno la Casa Cava, la Piazza San Pietro Barisano e la Piazza San Giovanni.

Materadio

Di seguito la presentazione della Festa del direttore Sinibaldi:

Vi aspettiamo, come ogni anno, per una grande festa collettiva piena di di parole, suoni, gesti artistici e grande spettacolo!

Materadio, la festa di Radio3, torna per la sesta volta tra i Sassi di Matera con un programma ancora più ricco e un tema davvero speciale. Basta scorrere l’elenco degli ospiti per rendersi conto della qualità del programma. Merito anzitutto della disponibilità di artisti, scrittori, attori, giornalisti, scienziati, architetti e musicisti che hanno accolto entusiasticamente il nostro invito comprendendo immediatamente lo spirito di questo appuntamento: un incontro con gli ascoltatori di Radio3 ma anche con una città particolare che sta, anno dopo anno, costruendo il progetto che ne farà, nel 2019, la Capitale Europea della Cultura. Con le diverse edizioni della nostra Festa abbiamo accompagnato questo cammino che sta diventando un esempio per molte altre città italiane, intenzionate a fare della cultura un elemento fondamentale della propria identità.
Ma quest’anno ci sarà un tema davvero speciale a cucire insieme i diversi appuntamenti. A dire il vero, sarà un tema che comparirà ancora nell’autunno e l’inverno prossimi di Radio3. Questo tema è l’Utopia. L’occasione è un anniversario (i 500 anni del libro di Thomas More –o Tommaso Moro- che inventò l’immagine e persino la parola). Ma dietro c’è una urgenza meno occasionale. Di fronte alla crisi dei modelli di convivenza e di interpretazione del mondo si avverte una mancanza, quella dell’immaginazione che sa vedere oltre. Questa facoltà umana –tra errori e tragedie che non vanno sottovalutate- si è da sempre espressa in una tensione utopica oggi debole o forse solo poco percettibile. E’ anzitutto per dare visibilità a questa inclinazione che abbiamo pensato di raccogliere a Matera idee, azioni e figure impegnate in questo ripensamento. Sarà insomma una festa, piena come al solito di parole, suoni, gesti artistici e anche spettacolari ma anche, come al solito o più del solito, di idee.
Marino Sinibaldi 

Marino sinibaldi