C’è chi mette fiori nei cannoni come ripeteva “Tema” la nota canzone degli anni Sessanta dei Giganti e chi, come Gianni Palumbo, si fa in quattro per tirar fuori pagine di storia, personaggi ed episodi della sua Pomarico anche per eventi che hanno passato il secolo come ” La Grande Guerra”.   Un lavoro quasi da topo di biblioteca, il suo, e con altri che hanno condiviso quel percorso di ricerca insieme all’Associazione culturale ” Giuseppe Camillo Giordano” ,per valorizzare il patrimonio documentale archivistico del Comune. E così a furia di aprire, riordinare,inventariare carte, libri, brogliacci,foto (con Pomarico in provincia di Potenza…), corrispondenze è venuto fuori il progetto culturale sugli Echi dal fronte,che raccontano la storia di tanti ragazzi del 1899 e non solo e tra questi l’ufficiale Enrico Sisto morto nel territorio di Udine. Ma non è la sola chicca scoperta da Gianni che troverete nella sale del Palazzo Marchesale dove sabato prossimo si terrà un ”tavolo” di approfondimento culturale sulla Grande Guerra. E quella sarà l’occasione per sottoscrivere un patto intercomunale per realizzare il polo archivistico territoriale. E’ la guerra che ci piace per la cultura del territorio.

 

COMUNICATO STAMPA

Pomarico, 27 novembre 2017

Oggetto – Echi dal fronte a Pomarico.

Sabato 2 dicembre 2017, ore 10.00 – Ingresso libero

Sabato 2 dicembre 2017, alle ore 10.00, l’Associazione culturale “Giuseppe Camillo Giordano”di Pomarico (MT) riunisce nella cittadina del materano, presso il Salone delle feste di PalazzoMarchesale, un Tavolo di lavoro (il secondo dopo quello del 5 novembre 2016) che discuterà delseguente tema:ECHI DAL FRONTE A POMARICO. La Grande Guerra tra carte, fotografie e il Monumento.

L’iniziativa culturale nasce non solo come ulteriore opportunità di valorizzazione dell’ampio lavoro di intervento che l’Associazione “G. C. Giordano” sta svolgendo ormai da alcuni anni sulpatrimonio documentario dell’Archivio comunale di Pomarico, ma muove le fila anche dal rinvenimento fortuito, tra i materiali dell’Archivio, di un poco conosciuto libricino stampato nel 1917 (esattamente cento anni fa) per il primo anniversario della morte di Enrico Sisto, aspirante

ufficiale pomaricano caduto in provincia di Udine durante uno dei combattimenti della Prima Guerra Mondiale. La circostanza offrirà l’occasione ai relatori per presentare nuovi approfondimenti sulle fonti della Grande Guerra, soffermandosi, nello specifico, sulle sfide che documenti particolari oggi pongono (ad esempio carte geografiche, fotografie, ecc.) in rapporto alla tutela, digitalizzazione e

fruizione. La manifestazione – che sarà moderata da Pasquale Doria de “La Gazzetta del Mezzogiorno” e vedrà le conclusioni di Patrizia Minardi, dirigente Ufficio Cultura Regione Basilicata – è organizzata in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Puglia e della Basilicata, la Regione Basilicata, il Comune di Pomarico, la Società Hyperborea S.r.l. e l’Archivio

storico dei Cappuccini di Puglia; al termine dei lavori sarà siglato il patto tra i Comuni di Ferrandina, Grassano, Irsina, Miglionico e Pomarico per la realizzazione del Polo Archivistico Territoriale.

Gianni Palumbo

Presidente

Associazione Culturale

Giuseppe Camillo Giordano