E da Corrado Veneziano, artista ormai di casa a Matera, e con due mostre davvero ”notevoli” a Palazzo Malvezzi, l’ultima ” Eterotopie” inaugurata sabato 20 novembre, recensita in altro servizio https://giornalemio.it/cronaca/palazzo-malvinni-malvezzi-la-mostra-di-corrado-veneziano/, non potevano che venire lavori che inducono a più di una riflessione. Una, ”Last food”,ispirata alla celebre l’Ultima Cena di Leonardo, e con il logo giallo oro di una nota catena internazionale di cibo da strada, la dice tutta sul cambio di costume, abitudini e – purtroppo- di alimentazioni, che ha portato a conseguenze negative da civiltà dei consumi. Pane e vino, alimenti semplici della dieta mediterranea, relegati a comparsa a o quasi dall’iconografia del pasticcio di carne con condimenti ipercalorici, da vita sedentaria, con problemi sanitari sin dall’infanzia da ”obesità ” diffusa, alimentata anche dalla pubblicità delle consegne a domicilio come vogliono le mode angliciste del ‘delivery” tutto compreso. Veneziano ha colto nel segno e sceglieremmo volentieri quel quadro per una campagna di educazioni alimentare all’ insegna della parca e genuina cena, legando ambiente,arte e movimento. Naturalmente rispolveremmo il latino e una massima come ” Mens sana in corpore sano” o il latino maccheronico del buon Teofilo Folengo ” Pans sana in corpore sano”. Nelfrattempo visitate la mostra. C’è tempo fino al 19 gennaio 2022…

ALCUNE DELLE TANTE OPERE ESPOSTE
L’esposizione ha il patrocinio e il sostegno del Comune di Matera – Assessorato alla Cultura, il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Matera, il patrocinio del FAI Basilicata e di Matera, con il coordinamento di Abitare Canario e la collaborazione di D.d’Arte.


La mostra “ETEROTOPIE. Non Luoghi, Loghi, Codici, Alterazioni” di Corrado Veneziano è a cura di Francesca Barbi Marinetti e Raffaella Salato.