Progetta, recita, ricerca nel solco della memoria e della parola e poi spazio alla scrittura. Per Antonio Montemurro, attore, regista e anima mundi di Talia Teatro è l’occasione per cimentarsi con un nuovo lavoro. ‘’ Dov’è la Verità’’ che raccoglie tre ‘’approfondimenti’’ e altrettanti ‘’interrogativi’’ legati ai drammi della sua produzione teatrale. Sono ‘’ Cristo qui non è disceso’’, “ Chitaridd brigante materano’’ e ‘’ Pitagora e Ippaso da Metaponto’. Tre lavori riferiti a epoche diverse che aprono alla riflessione e alla quadratura del cerchio dentro e intorno all’uomo, passando dal teatro alla filosofia. Un connubio felice, naturale, come leggerete più avanti, che mette insieme Talia Teatro e la Società filosofica lucana. L’iniziativa apre al ciclo degli incontri d’autore che si terranno, partire da sabato 23 febbraio con la presentazione del libro, presso il Teatro del Sasso. Curiosità tanta e auguri al novello scrittore che con parsimonia, conoscendone umiltà e arguta profondità, tornerà a scrivere di altre Verità quando avrà argomenti per farlo, fuori dai luoghi comuni degli italiani ‘’popolo di scrittori, poeti, artisti,santi e professori di pallone…’’

UN LIBRO E UN PROGETTO

La casa editrice La Mongolfiera insieme all’Associazione Talia Teatro di Matera e alla Società Filosofica Italiana – Sezione Lucana –
annunciano la presentazione del libro “Dov’è la Verità?” di Antonio Montemurro
per sabato 23 febbraio 2019 alle ore 18.00 nel Teatro del Sasso in via Lombardi n. 35 a Matera.

“Dov’è la Verità?” è una trilogia fresca di stampa, pubblicata nella Collana Teatro n. 112, dell’Editrice La Mongolfiera,
e comprende i seguenti drammi: “Cristo qui non è disceso”, “Chjtarìdd brigante materano” e “Pitagora e Ippaso da Metaponto”.

Il primo dramma prende spunto dai romanzi di Carlo Levi “Cristo si è fermato ad Eboli” e “L’Orologio”;
traspone in forma dialogica le vicende del confino ad Aliano del pittore e scrittore torinese.

Il secondo dramma trae spunto dal racconto dallo stesso titolo di Niccolò De Ruggeri, edito dalle Edizioni Meta negli anni settanta.
Viene posta nella sua giusta luce la figura di Eustachio Chita, brigante materano,
eliminando le conclusioni arbitrarie ed errate da parte di una discutibile cultura di matrice lombrosiana.

Per il terzo dramma si utilizzano le scarse fonti storiche a noi pervenute.
Alla luce del concetto di Aristotele sulla diversità del lavoro dello storico da quello del drammaturgo,
il dramma mette a fuoco il pensiero e l’opera del grande filosofo e matematico di Samo
e del “nostro” Ippaso, matematico, allievo di Pitagora, nato a Metaponto.

Nel 2019, anno di Matera Capitale Europea della Cultura, la casa Editrice La Mongolfiera
inizia una partnership con Il Teatro nel Sasso che ha compito i suoi 25 anni di attività
e con l’Associazione Talia Teatro diretta dal prof. Antonio Montemurro;
questo partenariato si estende anche alla Società Filosofica Italiana – Sezione Lucana,
diretta dal prof. Nunzio Di Lena.

Nel corso della presentazione del libro “Dov’è la Verità?” sarà presentato anche il programma per le manifestazioni culturali:
Incontri d’autore, Spettacoli Teatrali, Mostre e Film
che si terranno sempre nel Teatro nel Sasso a Matera nel mese di marzo 2019.

Ai docenti iscritti alla SFI Lucana che parteciperanno all’incontro
verrà rilasciato un attestato di partecipazione
valido ai fini dell’aggiornamento professionale.