“Gli appelli che si susseguono a sostegno del Centro Internazionale di Dialettologia da parte di istituzioni e personalità della cultura e della società a tutti i livelli testimoniano l’importanza e l’originalità di questa iniziativa nel panorama meridionale e nazionale.

L’Anci Basilicata in rappresentanza dei 131 comuni lucani, ognuno dei quali costituisce un giacimento di cultura linguistica che proprio grazie al Centro di Dialettologia in questi anni ha potuto valorizzare le proprie tradizioni culturali, intende richiamare l’attenzione delle istituzioni ed in particolare della Regione perché sia scongiurato il rischio di una chiusura.”

E’ la presa di posizione dell’associazione dei Comuni lucani contenuta in una nota che così prosegue:

“Lo spopolamento, le difficoltà economiche acuite dall’emergenza sanitaria e sociale dovuta al Covid-19 possono ulteriormente complicare la vita della nostra regione e proprio per questo occorre produrre uno sforzo per arginare i rischi di chiusura di presidi culturali importanti come il Centro Internazionale di Dialettologia. Sarebbe inaccettabile assistere alla dichiarazione di resa su questo versante.

Alla professoressa Patrizia Del Puente Direttrice del Centro, ai suoi collaboratori e studenti l’Anci Basilicata dichiara la piena e convinta solidarietà in questa battaglia anche attraverso iniziative che si vorranno organizzare per sostenere le attività dell’importante presidio culturale.”