E’ uscito da pochissimi giorni Lungo la strada un cammino, il nuovo libro del poeta marchigiano Fabio Strinati, pubblicato da Transeuropa Edizioni.

All’interno della raccolta, numerosi componimenti sono dedicati a paesi e luoghi della Basilicata, come Accettura e Senise. Una regione che, per Strinati è : “Terra baciata dal sole e dal mistero, che tutto ammalia e circonda”.

Lungo la strada un camminoè -dice l’autore- “come un diario di bordo partorito attraverso il respiro e il battito cardiaco di ogni luogo penetrato e poi assorbito, attraverso l’utilizzo parsimonioso dei cinque sensi: ogni poesia, tratteggia con umiltà le percezioni che pian piano si sono nutrite di suoni e colori, trasportati da frequenze poetiche perfettamente sintonizzate con il “qui e ora”. Ogni poesia, tanto assomiglia a una cartolina desiderosa di vivere una vita propria, attraverso la libertà poetica, del nascere fecondo.”

Trattasi di un’opera colta, matura, pregna di esperienze visive ed interiori che lo scrittore e poeta di Esanatoglia (attraverso un viaggio che sembra non avere fine né ritorno) afferma di aver scritto “quasi di getto durante i suoi numerosi viaggi che sembrano narrare storie vissute, consumate, prese per mano in un’epoca che tanto assomiglia a una dimensione lontana e assai distante dal pensiero comune.”

Fabio Strinati è nato a San Severino Marche (MC) il 19 gennaio del 1983 e vive ad Esanatoglia, paese della provincia di Macerata.

Debutta come poeta nel 2014 con il libro Pensieri nello scrigno. Nelle spighe di grano è il ritmo. Ha pubblicato anche poemetti e aforismi. È presente in diverse riviste e antologie letterarie. Da ricordare Il Segnale, rivista letteraria fondata a Milano dal poeta Lelio Scanavini. La rivista Sìlarus fondata da Italo Rocco. Osservatorio Letterario-Ferrara e L’Altrove. Il bimestrale di immagini, politica e cultura Il Grandevetro. La Gazeta Dielli. 451 Via della letteratura della scienza e dell’arte.

Sue poesie sono state tradotte in romeno, in bosniaco, in spagnolo, in albanese, in francese e in inglese, mentre in lingua catalana, è stato tradotto da Carles Duarte i Montserrat, e in lingua croata, dalla poetessa Ljerka Car Matutinovic.

È inoltre il direttore della collana poesia per le Edizioni Il Foglio e cura una rubrica poetica dal nome Retroscena sulla rivista trimestrale del Foglio Letterario.

OPERE

Pensieri nello scrigno. Nelle spighe di grano è il ritmo, 2014, Edizioni Il Foglio.

Un’allodola ai bordi del pozzo, 2015, Edizioni Il Foglio.

Dal proprio nido alla vita, 2016, Edizioni Il Foglio.

Al di sopra di un uomo, 2017, Edizioni Il Foglio.

Periodo di transizione, 2017, Bibliotheca Universalis

Aforismi scelti Vol.2, 2017, Edizioni Il Foglio.

L’esigenza del silenzio, 2018,, Le Mezzelane Casa Editrice.

Sguardi composti… e un carosello di note stonate, 2018, Apollo Edizioni.

Quiete, 2019, Edizioni Il Foglio.

Concertino per melograno solista, 2019, Apollo Edizioni.

Discernimento atrabile, 2019, Macabor Editore.

Lungo la strada un cammino, 2019, Transeuropa Edizioni.