Cuore …ed Emozioni.Un invito ad amare e ad andare a Teatro, contenuto in uno scritto di Vassiliev per la giornata mondiale del teatro 2016, e una testimonianza di affetto e di stretta sinergia tra il pubblico del ” Saverio Mercadante” di Altamura e quanti ormai da cinque anni lo hanno ricostruito e valorizzato ,con stagioni contrassegnate da spettacoli interessanti e di livello. E’ quello che in tanti, e noi eravamo con loro in platea , hanno constatato nel corso della presentazione degli eventi in cartellone per la stagione 2018-2019. Tanti nomi, compagnie e generi che soddisferanno i gusti di tutti come potrete notare dal cartellone e dal programma allegati. Il collega Onofrio Bruno, che con puntualità ci fa conoscere comunicati sull’attività del Mercadante, ha ricordato -per esempio- che da 45 anni il Teatro non ospitava una grande opera e quest’ anno ci sarà modo di apprezzare ”Il barbiere di Siviglia”, la ”Carmen”, senza dimenticare l’operetta con il ”Paese dei campanelli’. Ma la squadra del Mercadante,composta da privati, continua a lavorare e bene a 360 gradi. Vito Barozzi che con altri ha investito e creduto nella rinascita del ”Mercadante”, offrendo alla città e al comprensorio murgiano un gioiello di cultura impagabile, ha snocciolato i dati lusinghieri conseguiti con 137 eventi seguiti da 46300 appassionati. Senza dimenticare gli sponsor e il salto di qualità compiuto nell’ultimo anno con la partecipazione a due bandi (attrattori e spettacoli live) della Regione Puglia, divenuta partner del teatro altamurano. E per raggiungere questi risultati occorre passione come ha ricordato Pasquale Castellano dell’Associazione ”Amici del Teatro Mercadante”, ma anche impegno e lavoro di squadra che nel ”mix” ne hanno fatto un esempio di buone pratiche per tutta la Puglia e il Mezzogiorno. Le attestazioni di apprezzamento e il sostegno venuti da Mauro Bruno, dirigente della Regione Puglia, e dal consigliere delegato della Città Metropolitana di Bari Francesca Pietroforte, ne sono state una piacevole conferma. Quest’ultima, infatti, ha constatato la situazione davvero paradossale della sua Acquaviva delle Fonti che ha un teatro chiuso dagli anni Ottanta e che non si riesce ad aprire. Certo se ci fossero privati lungimiranti,come quelli di Altamura, non ci sarebbero problemi… Ecco perchè l’esempio di Altamura può diventare contagioso. Ma occorre ” Aff’r’c(i) quar’s i man’ch” ( rimboccarsi le maniche) per fare qualcosa per la propria comunità. Persone come Silvano Picerno, regista e altro ancora per il Teatro, e altri che abbiamo incontrato in platea e in galleria sono certi che la nuova stagione sarà un successo. E allora forza con gli abbonamenti e con date da tutto esaurito. Il ”Mercadante” vi aspetta e con un sipario aperto, anche per Matera capitale europea della cultura 2019, con un gemellaggio tra E.R Duni e Saverio Mercadante.

Presentata la Stagione Teatrale e Musicale 2018-2019
Dopo 45 anni torna l’Opera Lirica – Grandi nomi per il teatro

Il Teatro Mercadante ha presentato la Stagione 2018-2019 “Emozioni”. Per la quinta annata artistica viene proposto un calendario di appuntamenti ancora più intenso, coerente con il ruolo baricentrico assunto dal contenitore culturale che nel 2014 è stato restituito alla città dopo 24 anni di chiusura e che rappresenta ancora un “unicum” poiché orgogliosamente restaurato e gestito da privati.
La Stagione d’Opera e Concerti è firmata dalla direzione artistica di Vito Ventricelli, ricercatore e studioso della musica di Mercadante a cui il teatro è intitolato. La grande novità è il ritorno dell’Opera lirica sul palcoscenico del teatro altamurano, dopo la “Elisa e Claudio” di Mercadante eseguita nel 1973 e poi replicata al “San Carlo” di Napoli. Andrà in scena “Il Barbiere di Siviglia”, con regia di Luigi Travaglio ed esecuzione dell’Orchestra della Città Metropolitana di Bari, nella ricorrenza dei 150 anni della morte di Gioacchino Rossini. Questa scelta è anche in onore di Mercadante, legato a Rossini da grande amicizia e reciproca stima. Un aneddoto tra i tanti: il compositore altamurano nel 1826 scelse di aprire il suo concerto al Teatro del Principe a Madrid proprio con il “Barbiere di Siviglia”.
Le opere in cartellone sono tre, comprendendo anche “La serva padrona” di Pergolesi (Orchestra Santa Teresa dei Maschi) e la “Carmen” di Bizet in forma di balletto con Rossella Brescia, regia e coreografie di Luciano Cannito. C’è anche una Operetta, “Il paese dei campanelli” (Compagnia Italiana Operette). Il calendario propone, inoltre, due concerti sinfonici dell’Orchestra della Fondazione Petruzzelli di Bari, uno spettacolo di Paolo Sassanelli sul mito di Paganini, l’esibizione del Duo Baldo. Fuori programma il duo Curci-Mincolla con i “Cantori del Teatro Mercadante”.
STAGIONE TEATRALE. Confermata la formula delle tre rassegne, dirette da Silvano Picerno. C’è una novità: la rassegna “Mettiamoci in… Prosa” triplica, con tre turni per ognuno dei 5 spettacoli. I nomi della prosa sono Massimo Dapporto, Emilio Solfrizzi e Paola Minaccioni, la Compagnia di Luca De Filippo, Lello Arena (con Giorgia Trasselli) e l’inedito trio Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere, Michela Andreozzi. Per la prosa fuoriprogramma con Raffaele Braia e Valerio Tambone.
Tre gli spettacoli della rassegna “MusicAll” (musica per tutti) che vedrà sul palcoscenico altamurano Rocco Papaleo, Peppe Servillo & Solis String Quartet, Rimbamband. Tre sono anche le date della rassegna “ComiCittà” i cui ospiti sono Riccardo Rossi, Max Giusti e Antonio Ornano.
NUOVI PROGETTI. Per l’incontro di presentazione della Stagione 2018-2019 sono intervenuti l’amministratore unico della Teatro Mercadante srl, Vito Barozzi; il presidente dell’associazione “Amici del Teatro Mercadante” Pasquale Castellano; la consigliera delegata della Città Metropolitana di Bari Francesca Pietroforte; il dirigente della Regione Puglia Mauro Bruno. Uno dei nuovi progetti è destinato alle scuole di Altamura e s’intitola “L’Opera a scuola”. Inoltre si sta rafforzando la collaborazione con gli enti pubblici quali la Città Metropolitana e la Regione Puglia. Grazie alla progettualità espressa dal Teatro sulla base dell’esperienza acquisita nei primi quattro anni di programmazione, con la partecipazione ai bandi della Regione sono due i progetti finanziati per il completamento della struttura e per il sostegno allo spettacolo dal vivo.
Il prossimo anno, inoltre, per Matera capitale europea della cultura 2019, il Teatro Mercadante è al lavoro su alcuni progetti artistici che prevedono un evento dedicato a Egidio Romualdo Duni oltre, ovviamente, a un’opera di Mercadante.

Per abbonamenti e informazioni, info: 080.3101222 – www.teatromercadante.com