In un periodo avaro di soddisfazioni per la cultura musicale procurato dal confinamento domiciliare (usiamo i termini in italiano, che ci sono) da virus a corona fa alzare le note di un interno mondo apprendere dal Lams, che ha vinto il Premio Abbiati di critica ”come migliore novità dell’anno” per la esecuzione di ” Musiche per Matera” di G.F. Haas. Un premio condiviso con il Teatro alla Scala (per l’opera “Chovantschina”), Kirill Petrenko (miglior direttore, per i concerti a Santa Cecilia e con Orchestra Rai), Martha Argerich (migliore solista), Asmik Grigorian (migliore cantante).  Per il Lams,insieme ad altre realtà e istituzioni e artisti, è un momento difficile per il fermo delle stagioni concertistiche. A metà giugno riaprono teatri, auditorium, cinema e qualcosa in scala si potrebbe fare, magari all’aperto, ma senza i numeri e i ritorni del passato. Si attende che Governo e Mibact,in particolare, Regione Basilicata e Comuni, facciano sistema per non penalizzare e disperdere quanto di buono fatto finora da un settore che lavora con serietà, valorizza i nostri giovani e il patrimonio culturale dei territori. Al maestro Giovanni Pompeo, direttore artistico del Lams, e al presidente Cosimo Damiano Pompeo una ”nota” di incoraggiamento ad andare avanti. Nella lettera che segue tanti spunti per sostenerli in questo percorso…


LA NEWSLETTER DEL LAMS
il 2019, l’anno da Capitale Europea della Cultura di Matera, è stato un anno particolare, sicuramente unico; speriamo, tuttavia, non sia irripetibile. 
 
Ci piace allora cogliere questa occasione per fare un sunto delle tante e meravigliose attività di cui il Lams (in collaborazione con diversi soggetti pubblici e privati) è stato protagonista: 
·      la Opening Ceremony di Plovdiv 2019 (in Bulgaria)
·      il XIX Concerto della Speranza (l’annuale evento di beneficenza a Montescaglioso)
·      la Cerimonia di Apertura di Matera 2019
·      i Concerti della Passione ad aprile
·      la 19esima edizione del Concorso per giovani musicisti “Lams-Matera 2019” a maggio
·      le sensazionali 3 “prime assolute” (su nostra commissione) nel programma ufficiale di Matera 2019, della Missa VOX DEI di Nicola Campogrande il 20 luglio, di “Musiche per Matera” di Georg Friedrich Haas il 21 settembre, di “Stupor mundi” di Damiano D’Ambrosio, 3 fra i più rappresentativi compositori del panorama internazionale 
·      il Concerto Sinfonico d’Autunno 
·      i tanti concerti cameristici
·      le opere: “La Bohème”, “Il telefono” e “La serva padrona”
In particolare, l’evento del 21 settembre (Haas “Musiche per Matera”) ha avuto una clamorosa risonanza internazionale: molti di voi già sanno dell’inclusione da parte del giornale della musica fra i 10 migliori concerti dell’anno 2019 (insieme a Wiener Philarmoniker, Teatro alla Scala, Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Muti, Pollini, Petrenko, Haitink, Gatti, Pappano, Argerich, Currentzis).
 
Ci piace cogliere, poi, questa occasione per informarvi e condividere con ciascuno di voi un riconoscimento ulteriore che può riempirci tutti di orgoglio: 
la vittoria del PREMIO ABBIATI della critica musicale! 
 
Si tratta del più prestigioso premio assegnato dai critici musicali italiani agli spettacoli e alle iniziative musicali più importanti dell’anno: “Musiche per Matera” di G.F. Haas ha vinto il premio come migliore novità dell’anno!
Il Premio lo condividiamo con il Teatro alla Scala (per l’opera “Chovantschina”), Kirill Petrenko (miglior direttore, per i concerti a Santa Cecilia e con Orchestra Rai), Martha Argerich (migliore solista), Asmik Grigorian (migliore cantante). 
 
E non vogliamo dimenticare la scuola, la prima e importantissima pietra per l’edificazione delle future generazioni.
 
Ma ora siamo nel 2020, un anno unico anch’esso ma per motivi opposti: la terribile pandemia ha messo in ginocchio le attività culturali in tutto il mondo e le prospettive di ripresa sono quantomeno incerte. In questo momento, noi musicisti e operatori non possiamo fare altro che studiare, confrontarci, programmare e riprogrammare più volte, per trovarci pronti – quando ci sarà la ripresa piena delle nostre attività – a proporre concerti, progetti educativi, grandi eventi in continuità con la Nostra storia.
 
Per realizzare tutto ciò è fondamentale e insostituibile il sostegno delle Istituzioni ma non meno importante è il supporto che potrà giungere da ciascuno di voi, devolvendo al Lams il 5×1000.
 
Il 5xMILLE è una misura fiscale che consente ai cittadini di destinare una quota dell’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (IRPEF) ad associazioni che si occupano di attività con finalità di interesse sociale. 
Scegliere a chi destinare il proprio 5×1000 non costa nulla in quanto il contribuente è comunque tenuto a pagare l’IRPEF e, se si decide di non firmare, tale quota resta allo Stato. Su tutti i modelli per la dichiarazione dei redditi compare un riquadro appositamente creato per la destinazione del 5 per mille: basta scegliere quella dedicata al “sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale”, apporre la propria firma ed inserire il codice fiscale del Lams 0519370779
 
Nel ringraziarti anticipatamente, inviamo saluti calorosi con l’auspicio di ritrovarci presto insieme.
 
Il Presidente 
Cosmo Damiano Pompeo
e tutto lo staff