mercoledì, 28 Febbraio , 2024
HomeCulturaA F’rrannin Lia Trivisani a tutto fosforo: ‘’Nu m’agghj scurdata’’

A F’rrannin Lia Trivisani a tutto fosforo: ‘’Nu m’agghj scurdata’’

Torna ‘’cummà’’ Lia Trivisani a Ferrandina, sabato 10 febbraio’, al teatro ‘’Mimì Bellocchio’’ dopo l’esperienza di ‘’Beata Giovinezza’ del 2022 con il teatro Aragonese. Da allora la brava attrice materana, che si è messa in luce a livello nazionale nella fiction Raiuno ‘’ La Luce nella Masseria’’, dopo il proficuo e prezioso lavoro di supporto a Vanessa Scalera nell’altra fiction ‘’Imma Tataranni sostituto Procuratore’’, giunta alla terza stagione. Le qualità di recitazione ce le ha e la ‘’gavetta’’ del teatro in vernacolo materano, e non solo, sono state una valida palestra per farsi strada. Con ‘’Non mi sono dimenticata’’ Lia Trivisani, come accenna il comunicato di presentazione, assisteremo alle riflessioni, ai dubbi e ai coloriti intercalari, accompagnati da espressioni spontanee di una donna, dalle nostre parti una ‘’cummà’’ con tanta memoria, nel ricordare date e rapporti fino alla settima generazione che a che fare con una famiglia alle prese con rapporti e tempi che cambiano. Lei realista, all’insegna del ‘’carta canta’’, ma guarda nella giusta misura i social rovina famiglie…E a quel punto meglio assaggiare un delizioso ‘’sospiro’’ ferrandinese, che rende dolce la bocca e la vita. In scena anche loro: chissà…

A Mimì – Teatro Festival Ferrandina
In scena l’ironia graffiante di Lia Trivisani

Sabato 10 febbraio,al Cineteatro Bellocchio, presenta “Non mi sono dimenticata”

A Mimì – Teatro Festival Ferrandina, sabato 10 febbraio, prosegue all’insegna della leggerezza. In scena al CineTeatro Bellocchio è Lia Trivisiani, tra le protagoniste del fortunato film “La luce nella masseria” con cui la Rai ha celebrato i 70 anni della TV.

L’attrice, materana doc e vocal coach della fiction “Imma Tataranni”, ripercorre i suoi monologhi e riprende i cavalli di battaglia più divertenti arricchendoli di aneddoti e battute esilaranti.

Il rapporto tra moglie e marito, il matrimonio, l’avvento dei social e i cambiamenti delle tradizioni e dei rapporti con i figli sono alcuni tra i temi proposti. Una donna di altri tempi in bilico tra il passato e il presente, tra giusto e sbagliato, tra tradizione e innovazione.

A muoverla è sempre l’ironia, linfa vitale per Lia che porta anche sul palcoscenico come attrice, nevrosi, luoghi comuni e i caratteri tipici della sua gente.

Lo spettacolo si terrà al CineTeatro Bellocchio, con ingresso alle ore 20.00 e inizio alle ore 20.30. Il costo del biglietto è di 10 euro per la platea e di 8 per la galleria; per i ragazzi sino a 16 anni platea 6, galleria 4.

I biglietti dello spettacolo sono disponibili al botteghino del CineTeatro Bellocchio la domenica e il giorno dello spettacolo dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 17.00 alle ore 21. Online su: https://noiticket.botteghinoweb.com/tn_spettacolo.php?id=5791

Tutte le altre informazioni relative alla stagione A Mimì-Teatro festival Ferrandina sono disponibili sul sito www.teatrofestivalferrandina.it o contattando il numero 3898311672.

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti