Hai voglia a ripetere che oggi come ieri nessuno ti regala anzi e che i regali, per quanti riguardano vecchie consuetudine, sono scomparsi dalle scatole dei detersivi e anche dalle esose raccolte a punti o a premi. E così, come hanno avuto modo di confermare i Carabinieri della Compagnia di Matera, un giovanissimo della Città dei Sassi è abboccato all’amo di un truffatore campano con la solita e ammiccante proposta di acquisto on line. Clichet consolidato e come se non bastasse il venditore ha cercato di ingannare i militari dell’Arma che utilizzano da sempre, per mestiere e sesto senso, l’ I.I.P l’intelligence I-Phone che non lascia scampo. A nulla ,infatti, sono valsi i tentativi di utilizzo di sim di comodo e di carta di identità falsa. I truffatori lasciano tracce anche sul web oltre che nell’etere. E agli acquirenti creduloni un consiglio. Un I Phone originale ha un prezzo e se costa poco, qualcosa non quadra…

MATERA: VENDE ONLINE UN “IPHONE 7” A PREZZO VANTAGGIOSO, MA È UNA TRUFFA. 32ENNE SCOPERTO E DENUNCIATO DAI CARABINIERI

Nel corso della settimana, i  Carabinieri della Compagnia di Matera, al termine di attività info-investigativa tesa al contrasto dell’odioso fenomeno delle truffe, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Matera, un 32enne, già noto alle forze dell’ordine, proveniente dalla Provincia di Napoli, ritenuto responsabile dei reati di truffa, sostituzione di persona ed uso di documenti falsi.
In particolare l’ignara vittima del raggiro, un cittadino materano19enne, su un noto sito di commercio online, attratto dall’annuncio di vendita di un “Iphone 7” al prezzo molto vantaggioso di 200 €, di gran lunga inferiore al prezzo medio di mercato, ha contattato telefonicamente il venditore, un 32enne della provincia di Napoli, il quale gli ha riferito che per l’acquisto avrebbe dovuto versare preventivamente l’intera somma di denaro su di una carta prepagata. Quest’ultimo dopo aver ricevuto il pagamento, ha però fatto perdere le proprie tracce ed al cittadino materano non è stato mai recapitato il prodotto acquistato.
Dopo qualche settimana, avendo realizzato di essere incappato in una truffa, la vittima si è recata presso la Stazione Carabinieri di Matera per sporgere formale denuncia di quanto accaduto. I militari dopo aver appreso la notizia di reato, hanno avviato le attività investigative del caso, al termine delle quali, in poco tempo, hanno ricostruito la dinamica dei fatti ed identificato l’autore della truffa nel citato 32enne. Nel corso delle indagini inoltre, è emerso che lo stesso, al fine di rendere difficoltosa la propria identificazione, così da ostacolare l’operato delle forze di polizia, ha attivato la scheda Sim del cellulare utilizzato per contattare i clienti, utilizzando una carta d’identità falsa, sulla quale erano riportati i dati di un altro cittadino. Il truffatore alla luce degli elementi di prova emersi è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.