Chissà forse è stata la canna fumaria surriscaldata…che in questo periodo, nei nostri piccoli centri, lavorano a mille e ad elevate temperature a causa di gelate e temperature, ad aver procurato l’incendio che a Colobraro (Matera) ha procurato l’incendio sul tetto di una abitazione di via Vittorio Veneto. Al lavoro , intorno alle 9.45 circa di domenica 13 gennaio,  la squadra del distaccamento di Policoro, insieme ad automezzi di rinforzo provenienti anche da Ferrandina e da Matera.

Sono intervenute – da quanto riferito dal comandante provinciale, ing.Salvatore Tafaro- per l’incendio del tetto di un edificio a due piani fuori terra, ubicato in  Via Vittorio Emanuele 14. Nessuno danno al nucleo famigliare, che non è stato evacuato, visti i danni limitati alla copertura lignea. Fiamme domate poco dopo le 13.00 ma l’apprensione c’è stata e volti all’insù di alcuni cittadini a verificare il ”tiraggio” dei camini.

Quel tetto, intanto, dopo la bonifica dovrà essere ripristinato. Anche perchè il paesaggio di Colobraro, che si affaccia sulla valle del Sinni, è noto anche per la peculiarità del suo centro storico che i cittadini ci tengono a presentare integro e con le antiche funzioni (forni, frantoi, cantine) anche in relazione all’interessante evento estivo all’insegno del mistero e delle tradizioni ”Sogno di una notte a quel paese”, voluto ormai da alcuni stagioni dal sindaco Andrea Bernardo, associazioni, concittadini e professionalità della cultura locale.