Continua la striscia dei tamponi negativi in Basilicata, secondo i dati ufficiali forniti dalla task force regionale e riferiti a domenica 7 giugno, ma c’è il dato di una persona proveniente dal Veneto, con un doppio tampone negativo in quella regione che, tornata in Basilicata, ha evidenziato una carica positiva ”bassa” al virus a corona. Il caso, dunque, c’è ma non fa parte della statistica di giornata, a meno che non si voglia collocarlo nel limbo delle persone da classificare, ma che comunque si trovano in Basilicata.

E questo evidenzia ancora una volta, e in generale, che occorre non abbassare la guardia. Zero, Uno o due casi non cambia la situazione. Ormai i contagiati sono scesi a 11 e non ci sono ricoverati. A meno che non si voglia fare 13 al Totocalcio…Altri tempi.

LA NOTA DELLA TASK FORCE

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 7 giugno, sono stati effettuati 573 test per l’infezione da Covid-19, di cui 493 sono relativi all’indagine epidemiologica del Comune di Irsina, e sono risultati tutti negativi. Inoltre, nelle strutture sanitarie lucane non ci sono pazienti ricoverati.

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 11, tutti in isolamento domiciliare. Ieri erano 12, ai quali si sottrae una guarigione.

Nell’ambito dei tamponi processati in giornata è stata riscontrata una positività di una persona che risulta avere contratto l’infezione in Veneto nel mese di maggio e che in seguito a doppio tampone negativo è stata dichiarata guarita dal sistema sanitario veneto nello stesso mese. All’ingresso in Regione Basilicata la persona è stata sottoposta a tampone la cui processazione ha restituito esito positivo in seguito a probabile bassa carica virale residua. È attualmente in isolamento in Basilicata presso il suo domicilio e, in quanto paziente già guarita e censita in Regione Veneto, non viene conteggiata in Basilicata.

Agli 11 positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 359 guariti; 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm; 2 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove si trovano in isolamento domiciliare; altri 3 pazienti, uno residente a Torino e due in comuni della Lombardia, tutti in isolamento domiciliare in Basilicata; 1 paziente conteggiato in Lombardia perché lì diagnosticato e dichiarato guarito in seguito a doppio tampone negativo, risultato positivo a tampone di rientro e attualmente in isolamento in Basilicata; 1 paziente conteggiato in Veneto perché lì diagnosticato e dichiarato guarito in seguito a doppio tampone negativo, risultato positivo a tampone di rientro e ora in isolamento in Basilicata.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 32.720 tamponi, di cui 32.303 sono risultati negativi.

Il prossimo aggiornamento domani, 9 giugno, alle ore 12,00.

A seguire il riepilogo dei dati: