martedì, 16 Luglio , 2024
HomeCronacaTante targhe estere hanno violato le Ztl di Matera. Il Comune recupera...

Tante targhe estere hanno violato le Ztl di Matera. Il Comune recupera con le multe

Non sappiamo se per sbadatezza , posizionamento dei varchi. convinzione o se qualcuno ha detto loro che i veicoli con targa estera hanno” il disco verde” per transitare in centro o nei rioni Sassi, fuori dagli orari consentiti, ma- sta di fatto-che l’operazione recupero crediti avviata dal Comune di Matera punto il dito verso i contravventori di oltreconfine. Il 70 per cento della multe elevate dal Comune di Matera per violazione alle zone a traffico limitato proviene da veicoli con targa straniera. E’ quanto riferiscono in una nota il sindaco Domenico Bennardi e l’assessore alla Polizia locale Giuseppe Digilio, che fanno riferimento al periodo settembre 2023 aprile 2024 in base ai dati forniti da una società convenzionata per il recupero dei crediti. L’incasso complessivo delle multe è di circa 800.000 euro. Bene. Ma riteniamo che uno sforzo in più vada fatto, ed è un dato oggettivo, sulla segnaletica di avvicinamento ai varchi. L’inconveniente maggiore è per l’accesso ai Sassi. Quanti, per esempio, arrivano al varco per il Barisano di via D’Addozio ( Sant’Agostino) da via Santo Stefano si trovano il varco davanti, subito dopo aver piegato a destra. Così qualcuno si ferma e fa retromarcia. Altri proseguono e si è in multa. Pazienza…Pazienza?

COMUNICATO STAMPA

Stop ai furbetti con la targa straniera ed ai conducenti di auto estere che non pagano le multe. Il Comune di Matera sta recuperando tutte le somme evase.

Da settembre 2023, l’Amministrazione comunale di Matera ha avviato una convenzione a costo zero per l’ente con una società specializzata nel recupero crediti, per incassare le multe comminate a cittadini residenti all’estero. Ne dà notizia il sindaco, Domenico Bennardi, con l’assessore alla Polizia locale Giuseppe Digilio. Una decisione rivelatasi produttiva e strategica, perché in base agli ultimi dati acquisiti da settembre 2023 ad aprile 2024 il 70% degli incassi da multe per violazione della Zona a traffico limitato provengono da questo recupero su targhe estere. A questa si aggiunge una percentuale inferiore per divieti di sosta e qualche altra infrazione. Questo da un lato significa che la maggior parte delle sanzioni per i varchi Ztl sono addebitabili a cittadini stranieri, dall’altra che la maggioranza delle sanzioni comminate in città non riguardano comunque conducenti italiani o cittadini residenti.

«Una prova evidente -rimarcano Bennardi e Digilio- che non esiste alcun sistema repressivo della Polizia locale sui cittadini residenti, perché non è nostro interesse alimentare un sistema punitivo, ma collaborare sempre con i cittadini. Per questo è stato molto ridotto l’uso del telelaser in città; abbiamo installato i rilevatori di velocità (semplici dissuasori) nei pressi delle zone urbane declassate da 50 km/h a 30 di limite, e a proposito di Ztl abbiamo installato una cartellonistica molto più evidente e chiara. Il dato della maggioranza di multe a cittadini stranieri per la Ztl -proseguono gli amministratori- ci conforta perché significa anche che i materani sono più virtuosi. A questo proposito, avvicinandosi la stagione estiva esortiamo tutti a una maggiore collaborazione, evitando di intasare il traffico nelle ore di punta, anche mediante l’uso della mobilità alternativa. Infine ringraziamo gli uffici della Polizia locale e il Comando, per l’ottimo lavoro svolto anche rispetto a questa attività di recupero delle somme evase all’estero».

Matera, 18 giugno 2024

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti