Con 35,34 minuti, l’atleta Giovanni Rizzi, della ATL Leone S. Marco Pordenone, segna il miglior tempo assoluto della StraMarconia 2019, uno degli eventi sportivi più attesi dell’estate ionica lucana, che si è svolto domenica 11 agosto nella popolosa frazione pisticcese, accogliendo da tutto il Sud Italia circa mille runner pronti a lanciare di corsa un messaggio di speranza legato alla prevenzione della salute e alla sostenibilità ambientale.

La XII StraMarconia è iniziata alle ore 17:00 con lo start dei più piccoli e si è conclusa intorno alle ore 20:00, quando gli ultimi partecipanti hanno tagliato il traguardo in Piazza Elettra, dove una tifoseria molto nutrita si era data appuntamento fin dal primo pomeriggio, animata da Michele Cuoco della Fidal Puglia.

Primi a partire sono stati, infatti, i giovanissimi, seguiti dagli atleti iscritti alla gara competitiva, che hanno gareggiato sui 10,5 km, e dagli adulti non professionisti che hanno potuto scegliere tra tre livelli – 3,5, 7 o 10,5 km. Tra i partecipanti anche il campione paralimpico di nuoto Emilio Frisenda.

Insieme a Rizzi, sono saliti sul podio Trifone Busto della AS. Dof Amatori Turi, che ha conquistato il secondo posto nella gara competitiva con 35.49 minuti, seguito da Domenico Squicciardini, terzo classificato con i suoi 36,58 minuti.

Nella categoria femminile, Francesca De Sanctis ha fatto onore alla ATL Casone Noceto con un tempo di 37,58 minuti di percorrenza, segnando un forte distacco da Damiana Monfreda della Amatori ATL Acquaviva, che, con i suoi 43,51 minuti, porta a casa un meritato secondo posto, seguita a distanza (47,32 minuti) da Ilaria Pizzulli del Pisa Road Runners Club.

Per la sezione non competitiva, sono saliti sul primo gradino del podio Nunzio Perrone e Ilenia Filareti (10,5 km), Vincenzo Agata e Koehler Miki (7 km), Francesco Sola e Rosalia Lucia Bandello (3,5 km).

Il Trofeo Avis è stato assegnato a Giuseppe Laviola e Maria Carmela Filareti (10 km non competitiva), Bruno Mastronardi e Antonella Valentini (7 km) e Pierino Barbalinardo e Francesca Laviola (3,5 km).

Tutti i risultati per categoria sono disponibili sul sito ICRON e su www.stramarconia.it

In serata, sul palco allestito in Piazza Elettra, hanno preso parte alla cerimonia di premiazione, i genitori di Emanuele Angelone, giovane appassionato corridore scomparso prematuramente più di 10 anni fa a causa di un cancro, cui è dedicata la manifestazione podistica, l’assessore alle politiche giovanili e alle attività sportive Francesco Radesca, l’assessore con delega generale nella frazione di Marconia, Filippo Ambrosini, Paolo Pesacane dell’Arci Basilicata e rappresentanti dell’US Acli Comitato provinciale.

La StraMarconia 2019 ha rappresentato anche l’occasione per 80 giovani donne di effettuare uno screening oncologico gratuito nei locali dell’Ospedale distrettuale di Tinchi, grazie anche alla collaborazione con l’associazione Agata – Volontari contro il cancro.

Ormai la StraMarconia – dichiarano gli organizzatori – è diventata non solo un patrimonio condiviso della nostra comunità, a cui tutti, in un modo o nell’altro contribuiscono, ma anche un punto di riferimento per quanti praticano la corsa a livello agonistico e, inoltre, per i turisti che abitano temporaneamente il nostro territorio e non perdono l’occasione di partecipare alla nostra manifestazione. Tutto ciò ci dà la forza di continuare a replicare di anno in anno l’evento, che si rinnova nel ricordo del nostro amico Emanuele”.

La XII StraMarconia è stata organizzata dall’associazione Arci Emanuele 11e72, con l’approvazione del Comitato Regionale FIDAL-BASILICATA, il patrocinio del Comune di Pisticci e in collaborazione con la A.S.D. Lucani Free Runners di Policoro.