Chicchi di grandine come limoni (come dimostra l’immagine allegata all’articolo di Pasquale Tucciariello) e per il Vulture è arrivata l’ennesima calamità, con grave danno per l’agricoltura e il territorio. Una situazione che ha messo in ginocchio l’economia locale e che segue alla crisi procurata dalla ‘stasi’ procurata dal confinamento domiciliare e dal fermo delle attività dall’epidemia da virus a corona. I danni ci sono e servono aiuti concreti come la richiesta dello stato di calamità.Una proposta sensata e concreta avanzata da Pasquale Tucciariello ,Centro Studi Leone XIII – Coordinatore regionale della Federazione Popolare dei Democratici Cristiani, che dovrà essere recepita e portata avanti dalla Regione Basilicata.

Grandinate nel Vulture
Violenti grandinate si sono abbattute anche in queste ore nella zona del Vulture entro un’area abbastanza vasta. Ieri nella zona di Melfi, oggi a sud del Vulture tra Rionero in Vulture e una lunga distesa di territorio nella Valle di Vitalba fino a Castel Lagopesole. Mucchi di grandine alte fino a 20/30 cm. hanno praticamente seppellito ortaggi, frumenti non ancora trebbiati, frutteti andati in rovina, vigneti quasi completamente distrutti. Il nostro territorio, a vocazione agroalimentare, ne è gravemente compromesso per i raccolti che saranno magri e i redditi di imprenditori agricoli e di allevatori che si abbasseranno ulteriormente. C’è necessità di solidarietà immediata da parte del massimo ente territoriale e del governo nazionale. La Federazione Popolare dei Democratici Cristiani di Lucania ritiene che la Regione debba dichiarare lo stato di calamità mandando anzitutto ispettori competenti nei terreni agricoli i quali speditamente faranno una stima dei danni. E’ tempo che le risorse stanziate a seguito del Coronavirus non siano solo proclami di tipo elettoralistico. E’ tempo che le risorse rese disponibili vengano assegnate immediatamente a favore di chi veramente dichiari di aver subito danni. Poi arrivino pure gli accertamenti e chi avesse dichiarato il falso venga esemplarmente e pesantemente sanzionato. Ma i soldi vengano dati subito e non si aspetti che anche imprenditori agricoli ed allevatori vengano ridotti alla fame. La Regione Basilicata dia un segnale forte e coraggioso, dia ampi segnali finalmente di cambiamento.
Pasquale Tucciariello
Centro Studi Leone XIII – Coordinatore regionale della Federazione Popolare dei Democratici Cristiani.