Il problema non è stato ancora risolto e per Matera 2019, senza dimenticare l’incombenza del Capodanno, il tempo stringe: va potenziato l’organico dei Vigili del Fuoco di Matera. A chiederlo in una interrogazione al Ministro degli Interni, Matteo Salvini, sono i senatori Saverio De Bonis e Agnese Gallicchio (M5S), che evidenziano le criticità nel dover operare in una città particolare come Matera- a cominciare dai rioni Sassi- e in relazione all’aumento di visitatori per l’anno che verrà, con gli eventi di ”Matera capitale europea della cultura 2019”. A Matera, evidenziano i parlamentari, c’è solo una squadra operativa dei vigili del fuoco. Mano al potenziamento degli organici. Attendiamo la risposta del ministro, che potrebbe venire sul campo a Matera se dovesse venire alla convention della Lega, in programma domenica 11 novembre al Matera Hotel di Borgo Venusio.

L’INTERROGAZIONE DEI SENATORI DE BONIS E GALLICCHIO

Atto n. 3-00349 (con carattere d’urgenza)

Pubblicato il 6 novembre 2018, nella seduta n. 54

Saverio DE BONIS , Agnese GALLICCHIO – Al Ministro dell’interno. –

Premesso che:

il centro storico di Matera è ormai meta costante di turisti e visitatori provenienti da ogni parte d’Italia e d’Europa e ciò comporta la presenza numerica di persone di gran lunga superiore rispetto a cinque anni fa;

fra poco meno di tre mesi avrà inizio l’evento “Matera capitale europea della cultura 2019”, di rilevanza mondiale, durante il quale sono previste manifestazioni con altissima presenza di pubblico, ancor più di quella, già rilevante, che attualmente si registra;

la pianta organica di un comando provinciale dei Vigili del fuoco viene valutata anche in funzione del numero di persone, delle attività produttive presenti e delle difficoltà del contesto considerato;

l’organico del comando provinciale dei Vigili del fuoco, adeguato in termini di unità operative forse a 10 anni fa, è ormai, in virtù di quanto descritto e delle numerose altre attività sorte, funzionali allo sviluppo turistico del centro storico di Matera, insufficiente a garantire un efficiente ed efficace dispositivo di soccorso, non solo nella città di Matera ma anche in tutta la sua provincia:

attualmente il comando di Matera ha a disposizione una sola squadra completa operativa;

per effetto dell’aumento delle presenze e quindi del carico antropico e delle caratteristiche del centro storico di Matera, con una viabilità alquanto ridotta e limitativa per il deflusso delle persone, insieme alle molteplici attività commerciali e ricettive presenti, è sicuramente aumentato in maniera sensibile il rischio all’interno del rione “Sassi”,

si chiede di sapere quali misure di compensazione del rischio intenda adottare il Ministro in indirizzo in tale contesto e, più in particolare, se intenda procedere ad un sostanziale aumento dell’organico del comando di Matera al fine di contrastare adeguatamente i maggiori rischi presenti, anche alla luce del fatto che la tendenza futura, anche dopo l’evento Matera 2019, sarà quella di una forte affluenza di turisti e visitatori.