Stamane recandomi al cimitero in contrada Pantano per onorare la memoria dei nostri defunti, con grande sconcerto mio e di altri visitatori, ho verificato il completo stato di abbandono del luogo.

La presenza di erbe infestanti lasciate alla totale incuria, servizi di pulizia e manutenzione completamente assenti o fuori uso, pavimentazione dissestata e pericolosa, sono segno di un’ amministrazione comunale che poco adempie ai suoi doveri verso i cittadini.

Purtroppo il governo locale sin dal suo insediamento non ha inciso in politiche e scelte mirate alla gestione ottimale del verde pubblico. Mi auspico, dopo questa segnalazione, che vengano presi i dovuti provvedimenti.”

E’ questa la segnalazione che abbiamo ricevuto (corredata dalle foto che vedete) dal “Verde storico” materano  Olivieri Donato Michele a cui andrebbe dato adeguata attenzione dai piani alti del Palazzo di città.

In verità questa amministrazione ha un’altro conto in sospeso, sempre in contrada Pantano, a pochi passi dallo stesso cimitero.

Ha, infatti, colpevolmente “dimenticato” di ripristinare dal 1 gennaio di quest’anno la pista ciclo-pedonale  che in base ad una deliberazione di Giunta Comunale -che non ci risulta essere stata mai modificata- doveva rimanere essere aperta alla circolazione delle auto solo fini alla fine del 2019.

Ma tutti fanno come le scimmiette: non vedo, non sento, non parlo!

Assessore Giuseppe Tragni, dia qualche segno Lei che abbiamo sperimentato essere persona a modo e puntuale.