Dopo la scuola primaria ” Francesco Saverio Nitti” del rione Serra Venerdì , per la quale l’assessore alla pubblica istruzione Marilena Antonicelli è al lavoro con i tecnici comunali per trovare soluzioni, tocca anche alla media ”Nicola Festa” chiudere per due giorni, 8 e 9 gennaio, a causa della rottura di un tubo dell’impianto di riscaldamento. Poca cosa ma sempre disagio è. Tiene banco, come è da alcuni giorni la vicenda di Serra Venerdi con i piccoli a casa fino all’11 gennaio. Poi….“Stiamo lavorando -ha detto l’assessore Antonicelli- per definire una sede provvisoria in cui trasferire le otto classi della scuola elementare di Serra Venerdì dopo la caduta di calcinacci riscontrata in un’aula che non era comunque dedicata alla didattica. Il progetto è quello di trasferire la scuola elementare di Serra Venerdì nell’area ex centrale del latte, in cui sarà costruita anche la nuova media Francesco Torraca”. Plesso da demolire… Nel frattempo le otto classi della ”Nitti” andranno in un plesso vicino, che abbia spazi. Coabitazione temporanea. Quanto? Il tempo necessario per appalti e lavori. In precedenza, ricordiamo di precedenti interventi alla scuola ” Nitti” e a quella di via Cappelluti, mentre si attende che venga sbloccata la vicenda ”sfortunata e paradossale” della scuola di via Bramante, con una situazione di empasse a causa del fallimento dell’impresa. Amen. E che dire delle scuole medie superiori, di pertinenza dell’Amministrazione provinciale? Periodici interventi di manutenzione su edifici che mostrano il segno dei tempi.

LA NOTA DEL COMUNE
Guasto all’impianto di riscaldamento, chiuso per due giorni il plesso scolastico della Scuola Media Nicola Festa

Il Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, ha emesso un’ordinanza di chiusura del plesso scolastico della Media “Nicola Festa” con conseguente sospensione delle attività didattiche nelle giornate dell’8 e del 9 gennaio 2020. Analogo provvedimento di sospensione delle attività didattiche è stato ordinato anche per le classi del Liceo Musicale ospitate in un’ala dell’edificio.
L’ordinanza si è resa necessaria in seguito alla rottura della tubazione dell’impianto di riscaldamento e per consentire i lavori di ripristino che sono stati tempestivamente avviati.