C’è un nuovo positivo in Basilicata, secondo quanto rilevato con i tamponi analizzati ieri 12 agosto 329, e riguarda una delle persone che hanno avuto contatti con la ragazza di Calvello rientrata nei giorni scorsi dalla Lombardia e poi risultata contagiata dal covid19. Il totale dei residenti positivi sale dunque a cinque, nel mentre non si registra alcuna nuova guarigione.

Alzando l’occhio oltre regione (come facciamo abitualmente in questa nota giornaliera)  registriamo una preoccupata dichiarazione di Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato tecnico scientifico, il quale è allarmato dall’aumento dei contagi degli ultimi giorni e individua negli assembramenti giovanili la principale causa, come la cronaca purtroppo ci consegna. “Abbiamo una graduale ascesa dei numeri, ma soprattutto abbiamo anche persone giovani che stanno entrando nelle terapie intensive” afferma, aggiungendo: “Mi preoccupa il senso di onnipotenza dei giovani. Se continua così nuovi divieti saranno inevitabili”. Ovviamente tutti speriamo che non si giunga ad una situazione che ci riporti indietro per cui la cautela, il buon senso e le buone prassi (fino a prova contraria) sono le uniche armi di cui disponiamo.

Sul fronte del governo nazionale c’è la firma da parte del Ministro della salute  Roberto Speranza   una nuova ordinanza che prevede test molecolare o antigenico, da effettuarsi con tampone, per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta e Spagna, con l’aggiunta la Colombia alla lista dei Paesi per cui è previsto divieto di ingresso e transito. Un prosieguo “sulla linea della prudenza che tende a difendere i risultati raggiunti negli ultimi mesi con il sacrifico di tutti” come scrive lo stesso ministro sul suo profilo.

Si apprende, inoltre, che nonostante l’azione del governo sul fronte covid19 abbia incassato apprezzamenti univoci a livello internazionale come modello da seguire, il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e i ministri Bonafede, Di Maio, Gualtieri, Guerini, Lamorgese e Speranza hanno ricevuto un avviso di garanzia dopo alcune denunce depositate a loro carico in merito proprio alla gestione dell’epidemia di coronavirus. La trasmissione è come sempre un “atto dovuto”. mentre sembra che l’ufficio della procura ritenga le notizie di reato “infondate e dunque da archiviare”.  Vedremo il seguito.

Ma tornando alla Basilicata ecco la nota integrale della “La task force regionale” la quale “comunica che nella giornata di ieri, 12 agosto, sono stati processati 329 tamponi per la ricerca di contagio da covid-19 dei quali uno è risultato positivo e riguarda una persona residente a Calvello.

Con questo aggiornamento i residenti in Basilicata attualmente positivi sono 5 e si trovano tutti in isolamento domiciliare.

Nel reparto di malattie infettive dell’ospedale ‘San Carlo’ di Potenza è ancora ricoverata una persona di nazionalità estera e proveniente da Stato estero, risultata negativa al secondo tampone di verifica e in attesa di formale comunicazione di dimissioni.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 28 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 2 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 373 guariti; 1 persona di nazionalità estera ricoverata all’Ospedale ‘San Carlo’, 5 persone di nazionalità estera che si trovano in isolamento domiciliare in Basilicata; 50 cittadini stranieri in isolamento in struttura dedicata in Basilicata (due cittadini di nazionalità estera, in isolamento in struttura dedicata in regione Basilicata, sono stati trasferiti in altra regione).

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 50.248 tamponi, di cui 49.651 risultati negativi.

Il prossimo aggiornamento domani, venerdì 14 agosto, alle ore 12,00.”

A seguire  le tabelle con i dati riassuntivi.