Il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale ha completato ieri l’iter istruttorio della dichiarazione dello stato di emergenza nazionale per la frana del centro storico del comune di Pomarico, che verrà deliberata nel prossimo Consiglio dei Ministri.

È quanto rende noto il Deputato del M5S Gianluca Rospi (VIII Commissione Ambiente e Lavori Pubblici) in un comunicato stampa in cui aggiunge:

È doveroso ringraziare il Dott. Borrelli e tutto il Dipartimento della Protezione Civile  per la celerità con cui è stato concluso il procedimento di richiesta dello stato d’emergenza.
Occorre ricordare, anche, che il Dott. Borrelli è intervenuto ben prima che fosse stata avviata la richiesta di stato d’emergenza della Giunta Regionale, questo anche grazie alla prontezza con cui si è agito a livello parlamentare e governativo.”

Le prime somme che il Consiglio dei Ministri stanzieràrimarca ancora Rospiriguarderanno l’assistenza alla popolazione, che è stata costretta ad abbandonare la propria casa, le opere di messa in sicurezza dell’area in frana, il ripristino dei sottoservizi danneggiati e le attività di monitoraggio.”

L’impegno preso con la comunità di Pomarico e l’intera Regioneconclude il l’On. Rospicontinuerà affinché i milioni di euro che arriveranno in Basilicata per il Piano Frane e il Patto per il Sud siano gestiti per risolvere non solo quanto verificatosi nel centro storico di Pomarico, ma anche la grande frana del Comune di Stigliano, quella di Montescaglioso e le altre tante criticità che interessano la nostra cara Lucania.”