Con riferimento alla situazione creatasi all’ASM  e denunciata anche dal consigliere regionale  Roberto Cifarelli (https://giornalemio.it/cronaca/cifarelli-cd-pd-che-succede-allasm-di-matera/) , l’assessore regionale alla sanità Rocco Leone ha convocato per l’8 gennaio una riunione nel dipartimento regionale a cui parteciperanno il direttore generale Esposito, i vertici dell’Azienda sanitaria e i rappresentanti sindacali

In una nota diffusa dallo stesso assessore si assicura che: “Il dipartimento regionale sta seguendo da vicino la vicenda che interessa circa 250 medici dell’Azienda sanitaria di Matera nei confronti dei quali è stato avviato il recupero delle indennità per le reperibilità garantite anche nei giorni feriali nel corso degli ultimi dieci anni”.

…e commentando la decisione presa dal direttore generale, Joseph Polimeni, prima di lasciare la guida dell’Asm , Leone aggiunge:

Trovo la situazione quantomeno illogica, dal momento che è stata l’Azienda a chiedere agli specialisti la disponibilità in modo da poter fronteggiare la carenza cronica di organico. I medici quel servizio lo hanno effettuato nell’interesse dei pazienti lucani, quindi eventuali responsabilità andrebbero attribuite a coloro che in quel periodo guidavano l’Asm e hanno determinato il ricorso alla reperibilità non solo nei giorni festivi ma anche in quelli feriali, discostandosi così dal vecchio contratto collettivo nazionale di lavoro.”

Nei giorni scorsi – conclude l’assessore – è stato l’ufficio legale della stessa Asm ad invitare alla prudenza, ma a quanto pare la direzione strategica non ha avuto dubbi sulla strada da seguire e ha adottato il provvedimento. Noi qualche perplessità ce l’abbiamo e per fare luce sulla questione abbiamo convocato una riunione nel dipartimento Politiche della persona per mercoledì 8 gennaio a cui prenderanno parte il direttore generale Ernesto Esposito, il direttore facente funzione dell’Asm Gaetano Annese, il direttore amministrativo Raffaele Giordano e i rappresentanti sindacali dei medici”.