Rosa e Aldo , genitori di Fabio Montemurro, giovane ingegnere aerospaziale materano che ha fatto carriera all’estero, non potevano che salutare con la cordialità e senso di accoglienza che li contraddistingue, il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano: E l’occasione è venuta venerdi 20 dicembre, nei corridoi di Palazzo Lanfranchi, in occasione della giornata conclusiva dell’anno per Matera capitale europea della cultura 2019.
Il Ministro, ci hanno detto Rosa e Aldo, è stato più volte a Matera da loro , nei Sassi, perchè amico del figlio Fabio quando entrambi erano studenti della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa (Ssup)

Fabio oggi è ingegnere aerospaziale ed ha conseguito una seconda laurea in Energie Rinnovabili presso l’IMPERIAL COLLEGE a Londra dove lavora ed abita insieme alla moglie americana, docente universitaria. Ha tre figli ed è dirigente presso la BP Alternative Energy Int, Ltd.
Esperto sviluppatore di imprese, tecnologo e gestore di investimenti in venture capital nei settori delle energie rinnovabili, delle tecnologie energetiche emergenti e dell’energia digitale. Ma è stato anche in Germania dove ha lavorato per quattro anni in qualità di Ingegnere del sistema di payload per la missione LISA Pathfinder dell’ESA / NASA nella Divisione Osservazione della Terra, Navigazione e Scienza di Astrium GmbH. Una eccellenza materana che si è fatta da se e apprezzata all’estero, come tanti – della generazione dei tablet e dei trolley- apprezzati per le proprie qualità e ponti d’oro per restare. Il BelPaese, per vecchi retaggi da familismo immorale, continua a rinunciare e a disperdere energie preziose. Chissà che un giorno non si cambi. Futuro aperto (lasciate perdere gli anglicismi) si è detto e scritto per Matera 2019. Ad altri giovani come il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano il compito di invertire, ma con i fatti, la tendenza.