Una apertura straordinaria, quella di domenica 13 gennaio, per consentire sopratutto a quanti non hanno potuto visitare il presepe vivente in forma scenica durante le abbondanti nevicate nei giorni a ridosso dell’Epifania. L’organizzazione ”Matera convention bureau” ha deciso di consentire questa opportunità anche se i Magi hanno già portato al Bambinello oro, incenso e mirra. Niente rimborsi del biglietto come qualcuno chiedeva, ma una opportunità concreta di fare il percorso previsto.E del resto la legge non ammette ignoranza e, piaccia o no, va rispettata. Il regolamento sulle prenotazione- che pubblichiamo per intero più avanti – recita espressamente ”Il prezzo del biglietto non sarà rimborsato per nessuna ragione, incluso il verificarsi di cause di forza maggiore (Neve, terremoti, alluvioni, ecc.)”. Caso chiuso. Va aggiunto che i biglietti, in questo caso, se i titolari degli stessi per un motivo o per un altro non possono essere a Matera possono essere ceduti a terzi. Bilancio, comunque positivo per la 9^ edizione ”Il presepe della Perdonanza, Matera per L’Aquila” e le mostre dei presepi di ghiaccio, d’arte e quadri a tema, con una media di 2500 visitatori al giorno. Notevole sforzo organizzativo come dimostrano le foto pubblicate sulla pagina social e i commenti dei visitatori. E con una gestione interamente privata che va avanti per conto proprio verso la 10^ edizione. Ma prima , durante la Settimana Santa, c’è la Passio Christi. Luca Prisco, mente e motore dell’organizzazione è gia al Golgota…

LE REGOLE DELLA PRENOTAZIONE dal sito web www.presepematera.it

L’accesso al Presepe Vivente è ammesso soltanto con prenotazione obbligatoria, limitatamente alla disponibilità dei posti nei giorni e negli orari prescelti. Per acquistare uno o più titoli di accesso individuale (fino ad un massimo di 19 persone per prenotazione), è necessario accedere al sito internet www.presepematera.it e cliccare sul pulsante “Prenota”, compilando tutti i campi richiesti dalla procedura, ed eseguendo il pagamento tramite una delle carte di credito o prepagate accettate da PayPal, che garantisce con il proprio sistema la totale sicurezza delle transazioni di pagamento online. A ricezione del pagamento, il sistema di prenotazione bloccherà la data e l’orario prescelti per la visita, per il numero di visitatori indicati, e invierà all’indirizzo di posta elettronica indicato dal cliente la comunicazione di conferma di pagamento e prenotazione, e la ricevuta fiscale, che costituisce l’unico titolo di acquisto e di accesso al Presepe Vivente. A ricezione di tale conferma, il cliente dovrà soltanto stampare il messaggio ed esibirlo al momento dell’ingresso nel circuito presepiale. Le persone che avranno prenotato alla stessa ora del medesimo giorno, saranno raggruppate e sarà assegnato loro un accompagnatore, senza il quale non sarà possibile accedere al percorso del Presepe Vivente. È necessario presentarsi al varco d’ingresso (ATTENZIONE: nel giorno 6 gennaio il luogo d’incontro sarà in PIAZZA SAN GIOVANNI BATTISTA) con un anticipo di cinque minuti rispetto all’orario prenotato. L’accesso alle persone che si presentino in ritardo rispetto a tale orario non sarà consentito. A questo proposito, si consiglia di raggiungere la città con largo anticipo al fine di individuare un parcheggio idoneo in tempo utile. Il prezzo del biglietto non sarà rimborsato per nessuna ragione, incluso il verificarsi di cause di forza maggiore (Neve, terremoti, alluvioni, ecc.). È soltanto previsto il rimborso nel caso in cui l’evento sia annullato per cause imputabili direttamente alla organizzazione. È consentita l’eventuale cessione del biglietto, intestandolo ad altre persone, previa richiesta che deve pervenire alla segreteria entro e non oltre cinque giorni prima della data della visita: il trasferimento del titolo dovrà essere obbligatoriamente confermato a mezzo di comunicazione da parte della segreteria.
Si consiglia ai visitatori di indossare scarpe comode, possibilmente con suole in gomma antiscivolo, e abbigliamento caldo; consigliamo inoltre di portare con sé un ombrello o impermeabili in plastica. Considerata la natura talvolta impervia del percorso, è sconsigliato l’ingresso di passeggini, carrozzini e similari.