Nel mentre si discute in un modo davvero surreale di andare a sciare, di orari sulla messa di Natale, di limitare le limitazioni in un desiderato tana libera tutti per le feste di fine anno, è stata resa nota la fotografia del contagio degli 30 giorni in Italia. “Sono 800.953 i casi di infezione da Sars-Cov-2, di cui 22.712 tra gli operatori sanitari, e, nello stesso arco di tempo, sono stati ben 12.904 i decessi e 304.531 i guariti.  Sono i  Dati della Sorveglianza integrata Covid-19, pubblicati dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss) e aggiornati al 29 novembre. L’età mediana dei casi negli ultimi 30 giorni di 48 anni, aumentata dopo il calo dell’estate. Il 48,3% dei contagiati sono maschi e il 51,7% femmine; l’11% ha sotto i 18 anni, il 15,5 è over 70, il 29% ha tra 51 e 70 anni e la maggior parte, il 44,3%, ha tra 19 e 50 anni.”

Ecco giusto per rimettere i piedi a terra in questa guerra tra liberatori e aguzzini. Una discussione come dicevamo, surreale, ma che è in corso e che non consenti di guardare in faccia di una realtà che consiglia di procedere in modo cauto per evitare di ripetere, in queste vacane natalizie, l’errore di questa estate. Che festa sia, certo, ma nei limiti che è possibile farla senza farci male. Tutto qui. Pensiamo che sia un sacrificio enorme, insopportabile? Chi lo crede per davvero forse dovrebbe rifletterci un po’ su.

Ed ora torniamo a noi ed ecco a seguire i consueti “Dati estratti alle ore 13,15 dalla piattaforma Covid 19 Basilicata e dalle informative assunte dalle strutture ospedaliere, in attesa di validazione con comunicato della Task Force” riguardanti i “dati processati il 29 novembre 2020“.

Sui 673 tamponi di giornata (come prevedibile ancora inferiori ai pochi di ieri 1446,  in calo rispetto ai 1.586 precedenti, i 1.714 del giorno prima e dei 2.585 di martedì, una riduzione che esige una spiegazione), i positivi totali riscontrati sono stati 94 che, al netto di 2 non residenti, riducono a 92 i postivi residenti con una incidenza postivi/tamponi al 13,97%.

Essendo a fine settimana possiamo fornire l’incidenza media di questa settimana appena chiusa che è stata del 13,81%, quasi uguale a quello medio della settimana scorsa 13,84% che è superiore al dato nazionale che ieri è stato dell’11,70% .

Il maggior numero di positivi a Matera (21), Lavello (11), Potenza (9), Scanzano (6) e poi Pisticci (3), San Mauro Forte (2)…..

Crescono di otto unità i ricoveri totali che salgono a 174 (erano 166), mentre si riducono di due i ricoveri in terapia intensiva (da 25 a 22).

Anche oggi il numero dei guariti è alto: 74 ed anche, purtroppo, quello dei decessi che sono otto.

Ricoverati 174
60 MI Matera
8 Pneumologia Matera
10 TI Matera
38 MI Potenza
32 Pneumo Potenza
14 MU Potenza
12 TI Potenza

Positivi 94 (2 non residenti)
1 Puglia diagnosticato in Basilicata
1 Sassano (SA)

1 Atella
1 Avigliano
2 Barile
2 Bernalda
4 Ferrandina
1 Genzano
1 Lagonegro
4 Lauria
11 Lavello
1 Marsiconuovo
1 Marsicovetere
21 Matera
1 Montemilone
1 Nova Siri
3 Palazzo
2 Pescopagano
3 Pisticci
1 Policoro
8 Potenza 1 domiciliato Scanzano
2 Rionero
2 Rivello
1 Ruoti
1 Ruvo del Monte
2 San Mauro Forte
6 Scanzano
2 Tricarico
2 Tursi
4 Venosa
1 Viggianello

Guariti 74
1 Accettura
1 Barile
6 Calvello
9 Genzano
1 Ginestra
1 Lauria
6 Lavello
4 Matera
13 Melfi
2 Moliterno
2 Paterno
1 Pietragalla
4 Policoro
3 Rapolla
11 Rionero
3 Ripacandida
3 Rotonda
1 Satriano.
2 Venosa

Deceduti 8
2 Lavello
2 Matera
1 Potenza
1 Lauria
1 Ferrandina
1 Montalbano

Non appena disponibile pubblicheremo a seguire in questa stessa pagina il report ufficiale di fine settimana (sabato e domenica) della task force.