Tutti, a cominciare da quanti non hanno lesinato ogni sforzo nelle ricerche, hanno sperato fino all’ultimo di trovarlo in vita. Ma per il piccolo Diego non è stato così. Una tragedia che ha colpito tutti. Commozione, rammarico, sono i sentimenti che hanno attraversato l’animo dei soccorritori che non hanno lasciato nulla di intentato, senza sospendere le ricerche e operando con grande spirito di sacrificio. A ricordarlo il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Matera, ing. Salvatore Tafaro, che nella nota seguente ringrazia tutti , esprimendo vicinanza al dolore che ha colpito i genitori di quel piccolo angelo.

COMUNICATO STAMPA

Il ritrovamento nella giornata di ieri del corpo senza vita del piccolo Diego, appena tre anni, ha riempito di profonda tristezza tutti gli operatori del soccorso, e, in particolare, i Vigili del Fuoco dei Comandi di Matera, Bari e Potenza che, da Venerdì 27, insieme agli altri Corpi dello Stato (Polizia di Stato, Carabinieri, 118, etc.) e ai numerosi volontari accorsi per dare il proprio contributo, i quali hanno cercato senza sosta e in condizioni particolarmente proibitive, di ritrovare Diego in vita e riportarlo ai propri genitori.
Purtroppo così non è stato ma ho potuto personalmente constatare il grande impegno, la professionalità e il sacrificio dimostrato da tutto il personale operativo dei Vigili del Fuoco che, mantenendo attivo il dispositivo di soccorso durante tutta la notte, non ha voluto lasciare niente di intentato.
E lo spirito di servizio che ha accompagnato in tutte le sue fasi le operazioni di ricerca è stato ben compreso da coloro che hanno partecipato, a qualsiasi titolo, alle ricerche.
Nel ringraziare quindi tutto il personale operativo e tutti quelli che hanno contribuito alle operazioni di ricerca, mi unisco, insieme a loro, al dolore straziante dei genitori per la perdita di Diego.
Matera, 29 Marzo 2020
Salvatore TAFARO, Comandante Provinciale