Si riprenderà a vaccinare a Matera ma solo nella tensostruttura del Qatar, allestita a ridosso dell’Ospedale Madonna delle Grazie, con le priorità delle diverse categorie ”fragili” e con quella interfaccia di prenotazioni consentiti e poi selezionati sulla piattaforma digitale web di Poste Italiane. Il tempo di mettere a punto elenchi e fasce orarie e via. Il presidente della giunta regionale Vito Bardi, con una nota e un post è soddisfatto, e snocciola i dati di circostanza ma a patto che arrivino vaccini a sufficienza che, dopo le rassicurazioni dell’Ema, consentiranno di utilizzare con minore diffidenza il marchio Astra Zeneca che è quello maggiormente disponibile. In attesa che arrivino gli altri con campagne mirate e quando saranno definiti prezzi e quantitativi di un business mondiale, che dovrà tenere dentro le diverse case farmaceutiche. Italia continuerà a importare, visto che non è riuscita a seguire le orme della Francia che si è attivata in proprio per produrre 25 milioni di dosi di Pfizer… E la Basilicata? Gli organici medico infermieristico restano quelli e così, al momento, i punti vaccinali. Matera per carenza di fondi, da quanto riferisce in un post il sindaco Domenico Bennardi, ha dovuto chiudere il Punto che ha funzionato per 15 giorni presso la ”Sala Pasolini” che aveva una potenzialità di 500 vaccinazioni al giorno. Polemiche a parte su quanto si è fatto, vaccinando varie categorie dell’intera provincia, resta la ridotta capacità vaccinale di Matera rispetto alle aspettative cittadine.

IL RAMMARICO DI BENNARDI
Matera era riuscita, con il centro vaccinale comunale, ad eseguire fino a 500 inoculazioni al giorno.
500 PERSONE AL GIORNO!!! Che si aggiungevano a quelle vaccinate presso la tenda del Qatar. Abbiamo vaccinato tutto il personale scolastico di Matera e parte della provincia. Oggi il centro vaccinale di via Sallustio è chiuso: CHIUSO per mancanza di risorse, di personale sanitario e informatico. Le risorse comunali disponibili le abbiamo utilizzate tutte e purtroppo oggi sono esaurite. Da giorni sto chiedendo sostegno alla Regione e al nuovo commissario sanitario affinchè il centro vaccinale di via Sallustio possa continuare a funzionare.
Oggi è chiuso. Spero riapra al più presto. #prendiamocicuradiMatera

I COMMENTI DEL PRESIDENTE BARDI
Alle ore 17 di oggi sono state effettuate oltre 10.000 prenotazioni sul portale Poste di lucani rientranti nelle tabelle 1 e 2 redatte dal Ministero della Salute di cui al Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da SARS-CoV-2. Abbiamo inoltre ricevuto 223 richieste di assistenza domiciliare, immediatamente trasmesse alle due Aziende sanitarie.
Dal numero verde di Poste abbiamo inoltre ricevuto i dati di 1610 persone che ieri non sono riusciti a prenotare e abbiamo immediatamente provveduto ad aprire anche a loro la prenotazione, che potranno effettuare da domani.
Per quanto riguarda i caregiver, siamo in attesa di una soluzione a livello nazionale così da poter dare una comunicazione chiara e precisa, dato che abbiamo ricevuto migliaia di segnalazioni e in altre regioni tale fattispecie ha già creato dei problemi che non vogliamo ripetere in Basilicata.
Il sistema funziona e ringrazio Poste per lo sforzo logistico e la collaborazione. Nei prossimi giorni apriremo la prenotazione anche alla classe d’età Over70.
PS: ad oggi il 50,4 per cento delle dosi è stato somministrato agli over 60; il 16,5 per cento agli operatori sanitari; il 15,2 per cento al personale scolastico; il 4,3 per cento alle forze dell’ordine; il 3,7 per cento agli operatori non sanitari. Solo il 5,9 per cento alle altre categorie.