Lo abbiamo notato e apprezzato per il Ponte di Pasqua. Quando prevalgono buon senso, e in relazione alle tante richieste venute da più parti, le cose funzionano meglio e i turisti di passaggio ( che a Matera superano il 90 per cento) entrano nei Musei statali e visitano anche le mostre organizzate per Matera 2019. L’introduzione del passaporto giornaliero, al costo di 10 euro, acquistabile -oltre che nelle sedi della Fondazione di via Lucana e ipogei di piazza San Francesco d’Assisi-anche al botteghino di Palazzo Lanfranchi, consente da venerdì 19 aprile di visitare nello stesso museo una mostra davvero unica sul piano qualitativo e della ricerca come ” Rinascimento visto da Sud. Matera, l’Italia meridionale e il Mediterraneo tra ‘400 e ‘500” , di ”Ars Excavandi” (finora con poco apprezzata e per vari motivi) al Museo archeologico Domenico Ridola e gli ipogei di Palazzo Lanfranchi oltre ad altri eventi ,se si riesce a prenotare in giornata. Un passo avanti, senz’altro sul piano della convenienza e dell’appeal rispetto ai 19 euro del passaporto annuale per i forestieri e di 12 per i residenti in Basilicata. Restano i nodi della possibilità di fruire realmente di questo o quell’evento a fronte di una richiesta di 25000 e passa passaporti ,venduti per gran parte della nostre parti. Le modalità di prenotazione , cambiate in più occasioni, dalle file all’infopoint a quelle da ”’Speedy Gonzales” on line che hanno destato (usiamo degli eufemismi) perplessità e delusioni. Il meccanismo va rivisto. Non si può lasciare alla ”buona sorte” la possibilità di assistere a uno spettacolo di poche decine di posti come accaduto per Solfrizzi all’Auditorium o di meno di un migliaio , in due date, per quello del funambolico Arturo Brachetti alla Serra del Sole. Più date,se possibile, per gli eventi di maggior richiamo . E’ un percorso da non escludere insieme a un maggior ascolto di quello che non va e che va migliorato. Serve una seria e credibile inversione di rotta, spiegando a cittadini, residenti in Basilicata e turisti con e senza occhialini, anche come si intendono investire i proventi dei passaporti, visto che gli eventi culturali di Matera 2019 sono finanziati. I bilanci si fanno alla fine dell’anno europeo della cultura ma la chiarezza, che si tratti di eventi , servizi o lavori pubblici,(e ci riferiamo a tutti i soggetti coinvolti in Matera 2019) va fatta di pari passo. E del resto non ci piace leggere o ascoltare, magari da posizioni prevenute o strumentali, che al ”Sud si fanno le cose alla solita maniera…”. Luoghi comuni? Andiamo oltre. Non vorremmo che si torni a parlare di Matera e della Basilicata (non dimentichiamo la gestione politico amministrativa tutta regionale dell’Evento) dopo i passaggi, spesso autocelebrativi sul riscatto dei Sassi da ” Vergogna nazionale” .

LE NOTE ESPLICATIVE DELLA FONDAZIONE

Matera 2019, al via il Passaporto giornaliero per Matera 2019
Da domani, 19 aprile, sarà in vendita il Passaporto giornaliero per Matera 2019 che consentirà a chi si trova a Matera per un solo giorno, di accedere a tutte le iniziative del calendario ufficiale della Capitale Europea della Cultura 2019 in programma nel corso della giornata.
Il Passaporto giornaliero avrà un costo di 10 euro e potrà essere acquistato presso gli Info Point di Matera 2019 (Via Lucana 125-127 e Ipogei di Piazza San Francesco), presso la biglietteria di Palazzo Lanfranchi e prossimamente anche online.
Potranno acquistare il Passaporto giornaliero tutti coloro che non accedono a riduzioni sul Passaporto per Matera 2019 valido per tutto l’anno.
“Dopo la sperimentazione del Passaporto per Matera 2019 che consente di accedere a tutte le iniziative ufficiali della Capitale Europea della Cultura in qualsiasi momento dell’anno e stimolare così il visitatore a tornare più volte ad approfondire i diversi aspetti del programma culturale, abbiamo voluto introdurre il Passaporto giornaliero, dando risposta alle sollecitazioni che ci giungevano dai turisti in visita in città per una sola giornata – spiega Paolo Verri, Direttore Generale della Fondazione Matera Basilicata 2019. Abbiamo quindi trovato una soluzione intermedia fra un abbonamento e un biglietto, che possa consentire al visitatore giornaliero di godere di tutte le attività in programma nella sua giornata di permanenza. Suggeriamo invece ai materani e ai lucani di acquistare il Passaporto annuale, nettamente più conveniente, considerato che chi risiede sul territorio ha l’opportunità di partecipare sempre alle attività di Matera 2019”.

Matera 2019, aggiornamento modalità di prenotazioni degli eventi

Sulla base dei primi due mesi di sperimentazione del calendario degli eventi di Matera 2019, la Fondazione Matera Basilicata 2019 ha adeguato il sistema di prenotazione per venire incontro alle diverse esigenze che si sono manifestate da parte del pubblico. A partire da domani le prenotazioni si apriranno a martedì alterni per gli eventi in programma nelle delle due settimane successive. Domani 2 aprile alle 15:00 si aprono le prenotazioni per gli spettacoli che vanno dall’8 al 21 aprile.
È possibile prenotare ogni spettacolo sul calendario ufficiale di Matera 2019 www.materaevents.it oppure presso l’Info Point di Via Lucana. In Info Point sarà possibile prenotare il 30% dei posti, il resto online. Resta inteso che l’Info Point, una volta terminati i posti a disposizione, potrà attingere alla quota online in caso ci siano ancora posti disponibili. Per tutti gli eventi su prenotazione, esclusi quelli con capienza minima, vengono riservati dei biglietti last minute, che verranno messi a disposizione due giorni prima dell’evento a partire dalle ore 15:00. I biglietti last minute sono prenotabili soltanto presso l’Info Point e sono pari circa al 5% dei posti disponibili.
Di seguito il vademecum dettagliato sulle regole per la prenotazione.
In caso di prenotazioni disdette i posti tornano disponibili on line pertanto si consiglia di controllare sempre. Per alcuni eventi viene allestita all’ingresso una lista d’attesa che non garantisce la partecipazione ma permette l’accesso ai primi iscritti in caso di no show (persone che prenotano e non si presentano non utilizzando la funzione della disdetta). La prenotazione resta valida fino a 15 minuti prima dell’orario indicato quale inizio dell’evento; se ci si presenta in ritardo, la prenotazione viene annullata. Per evitare overbooking e consentire a tutti di prendere parte alle attività culturali, è importante riservare il proprio posto solo alle iniziative a cui si intende partecipare. In caso di impedimenti, per non incorrere in spiacevoli dinieghi nelle occasioni future, occorre disdire la prenotazione entro 3 ore dall’inizio dell’evento. Con ogni account è possibile prenotare per un massimo di 2 persone a spettacolo (è compresa soltanto una replica). Le prenotazioni sono nominali (è necessario indicare nome, cognome e data di nascita per ogni posto prenotato). Tali informazioni non sono modificabili. È possibile soltanto annullare e, in caso di disponibilità, effettuare una nuova prenotazione. Al momento della partecipazione all’evento sarà sempre necessario esibire:
• la conferma di prenotazione (in formato cartaceo se prenotato in Info Point oppure PDF stampa@casa se prenotato online);
• il proprio Passaporto per Matera 2019 (ticket di accesso);
• un documento d’identità;
• se si è usufruito della tariffa ridotta, il titolo che dà il diritto alla riduzione.
Senza il Passaporto per Matera 2019 non sarà consentito l’accesso all’evento, anche se prenotato. Ogni Passaporto è nominale e non può essere ceduto a terzi. Per i bambini dai 4 ai 5 anni è necessaria la prenotazione che deve essere abbinata al Passaporto omaggio (da ritirare presso l’Info Point). Per i bambini da 0 a 3 anni non è necessaria la prenotazione. Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a passaporto@matera-basilicata2019.it
L’Info Point di Via Lucana è aperto dal lunedì al giovedì con il seguente orario: 9:00 – 13:30, 15:00- 20:00. Dal venerdì alla domenica orario continuato dalle 9:00 alle 20:00.

.