“Questa mattina nel corso dell’incontro organizzato dall’APT BASILICATA a Matera per presentare al Presidente della Regione Gen. Vito Bardi e ai numerosi operatori turistici presenti le attività svolte dell’anno 2018 unitamente ai dati dei flussi turistici che hanno interessato la nostra Regione, ho chiesto al Presidente Bardi di non interrompere il Progetto Fucina Madre – Expo dell’Artigianato e del Design di Basilicata, la cui prima edizione , con grande successo, si è tenuto a Matera lo scorso anno nel mese di Aprile, ma anzi di rilanciare con rinnovato vigore ed efficacia lo stesso nell’anno di Matera Capitale Europea della Cultura 2019.”

E’ quanto dichiarato da Leo Montemurro Presidente regionale CNA in un comunicato stampa in cui si legge ancora:

Abbiamo sostenuto con convinzione il progetto sin dal primo momento, contribuendo alla sua piena realizzazione con grande soddisfazione di tutti, Associazioni di categoria ed Artigiani partecipanti; ragion per cui sarebbe veramente una iattura non proseguire in un solco già ben tracciato e che, nel frattempo, si è aperto ad autorevoli collaborazioni come quella messa in campo sin dallo scorso anno con la Valle Camonica (primo sito UNESCO italiano) e con la Città di Palermo Capitale Italiana della Cultura. FUCINA MADRE dopo tantissimi anni ha posto al centro dell’attenzione l’artigianato artistico lucano, asset di filiera importantissimo in tutti i progetti di valorizzazione turistica e culturale del nostro territorio.”

“Da ultimo, –conclude Montemurro– con riferimento alla legge regionale in materia di artigianato, ho richiesto al Presidente Bardi ed al Consigliere Regionale Quarto, anch’egli presente all’iniziativa, fondi adeguati per il funzionamento della legge prossima a festeggiare le quattro candeline ma con pochissimi euro in bilancio. Se si vuole dare dignità alle oltre 10.000 imprese artigiane presenti nella nostra regione questo è di sicuro il primo passo.”