“Con diverse delibere di giunta comunale l’amministrazione Verri ha svuotato il fondo di riserva, ha dimezzato il fondo di riserva di cassa e ha deliberato un’anticipazione di tesoreria per più di €. 3.000.000,00 per pagare le spese correnti.
Sono state anche prelevate dal fondo di riserva somme per il pagamento dell’indennità del Sindaco e dell’aspettativa degli assessori di dubbia straordinarietà.”

E’ quanto scrive il coordinatore provinciale di “Sinistra Italiana” Giuseppe Miolla in riferimento al Comune di Pisticci in un comunicato stampa che così prosegue:

“Gli atti adottati e in particolare il ricorso all’anticipazione di tesoreria è un indice sintomatico di un grave squilibrio strutturale, espressione dell’incapacità dell’Ente di far fronte con le entrate ordinarie ai pagamenti.
In relazione a tale condotta chiediamo al Sindaco Verri di spiegare le ragioni dell’adozione di dette delibere e se il ricorso all’anticipazione di tesoreria serve per far fronte solo a momentanei problemi di liquidità o nasconde situazioni di preoccupante criticità.
Una delle prime conseguenze delle delibere adottate è l’impegno di spesa per il pagamento di interessi pari ad € 10.000,00 a favore della Banca- tesoriera, somme che pesano direttamente sulle tasche della popolazione.

Senza voler fare allarmismi, crediamo che l’amministrazione comunale debba dare rassicurazioni ai cittadini, sempre più vessati da tasse e rincari, circa la stabilità economico-finanziaria del Comune.”