Primum vivere deinde philosophari, dicevano gli antichi latini, ovvero è necessario vivere le vicende e i problemi, conoscerli profondamente, e solo dopo sentenziare e lanciare slogan poco consoni sulla città di Matera”.

E’ quanto afferma l’assessore alle infrastrutture e mobilità, Donatella Merra, in merito alle dichiarazioni rilasciate dal consigliere Braia sul servizio navetta Matera – Bari Aeroporto.

Le 10 navette Matera Bari di competenza lucana – osserva Merra –  sono finanziate con Fondi CIS Matera 2019 e svolte dal Gestore del contratto di servizio TPL della Provincia di Matera quale estendimento contrattuale. Come tale quindi  le stesse saranno prorogate come tutti gli altri servizi di trasporto regionale.

Si tratta – sottolinea Merra – di dieci navette, di cui tre finanziate con fondi regionali. Fondi regionali -caro Braia- che non vengono confermati per la tua amata Matera dal lontano 2017 e che invece questo governo regionale si è impegnato a rifinanziare.”

“E’ assurdo e scandaloso – conclude Merra – lanciare queste segnalazioni di allarme, proprio nel momento in cui si sta cercando di mettere ordine nel settore del trasporto pubblico locale violentato da anni. E’ vergognoso appellare come inadeguato chi, con massimo rigore e senso di responsabilità, ha messo a nudo i problemi di questo settore, senza proclami, senza inutili esternazioni pubbliche ed affrontando a testa bassa le criticità incancrenite di un servizio pubblico essenziale”.