Tempi duri per chi pensa che la città sia una discarica a cielo aperto dove scaricare qualsiasi cosa, impunemente. Infatti, con un comunicato stampa il Comune di Matera ha reso noto che sono stati comminati i: “Primi verbali per l’abbandono illecito di rifiuti ingombranti.”

“Sono dieci i trasgressori –viene specificato– filmati, nel mese di dicembre 2018, dalle telecamere installate nei pressi delle isole ecologiche della città. Si tratta di ditte e di privati cittadini che, in spregio delle norme in vigore e delle più elementari regole di civiltà, hanno scaricato rifiuti di ogni genere nelle vicinanze dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti urbani. Divani, imballaggi, elettrodomestici, materassi: sono solo alcune delle tipologie di materiale abbandonato lungo le strade.
Le sanzioni vanno da 300 a 3000 Euro e sono state già recapitate agli interessati.”

L’Amministrazione comunalespiega l’assessore all’Ambiente, Giuseppe Tragniha avviato da tempo un’azione di prevenzione, informazione e formazione per il corretto smaltimento dei rifiuti, bonifica delle discariche abusive e di controllo e sanzione per gli eventuali trasgressori delle norme. Nel mese di dicembre abbiamo provveduto ad installare le telecamere nei pressi delle isole ecologiche della città e nelle aree extraurbane ritenute da monitorare. Questi sono i primi risultati dell’attività di controllo che ha già portato nel mese di gennaio ad individuare altri trasgressori. Tolleranza zero quindi per chi inquina la città. Ricordiamo che è attivo il servizio a chiamata per la raccolta degli ingombranti. Basta telefonare al numero 0835 381682 per concordare la data e l’ora del ritiro e l’isola ecologica presso cui conferire i rifiuti da smaltire”.