Per il momento sono solo “indirizzi“, ma presto si tramuteranno in (amara) realtà nella Città Capitale europea della cultura, dove il Consiglio comunale ha deciso: ticket parcheggio più caro per tutti!

Non solo, ma anche taluni stalli che ora sono ancora “bianchi”, quindi gratis, diventeranno anche loro a pagamento.

Cari automobilisti che venite in Città: pagherete caro, pagherete tutto!

Sono queste , infatti, in sintesi le modifiche agli indirizzi per il nuovo bando per la gestione delle aree di sosta a pagamento della città licenziate dal Consiglio Comunale.

Le aree a strisce blu in “Fascia A” che attualmente costano 0,70 centesimi, costeranno 1 euro ad ora, con un aumento di 30 centesimi.

A cascata,  negli stalli di “Fascia B” ci vorranno 70 centesimi ad ora, contro i 0,50 attuali. Mentre la fascia C, che ora costa 0,30 centesimi, subirà l’aumento di soli 10 centesimi e si si passerà quindi a 0,40 euro per la sosta di un’ora.

Ma ai decisori non bastava solo questa impennata delle tariffe vigenti. Hanno voluto stupirci con gli effetti speciali.

Ed hanno deciso che di blu bisognerà colorare anche gli stalli, ad oggi gratuiti, di Via Gattini, Via Rosselli e Via Piave che avranno persino una doppia vita.

Saranno double face: dal lunedì a sabato in tali parcheggi occorrerà corrispondere un ticket di “Fascia C” , mentre la domenica e i festivi la tariffa crescerà ad un euro ad ora come per la “Fascia A”.

Insomma, la fantasia al potere che si tinge di blu scuro.

Ma non è finita. Subirà una trasformazione in zona blu di “Fascia C” l’area di sosta di Piazza Bianco, nelle adiacenze del Palace Hotel, mentre i silos per le auto di Via Vena, Via Firrao e Via Casalnuovo saranno destinati per il 70% al parcheggio delle auto dei residenti delle Ztl con l’incasso che sarà incamerato dal Comune che girerà una percentuale al gestore.

Tutte queste belle novità saranno inserite nel bando di gara che è in fase di preparazione e che servirà ad  individuare il nuovo gestore delle aree di sosta a pagamento della città.