E’ iniziato oggi, presso Casa cava, e durerà fino a domenica mattina, il XXVII Congresso nazionale della Sinv (Società Italiana Interdisciplinare Neurovascolare), che quest’anno si concentra sulla patologia vascolare cerebrale, una tematica certamente complessa da governare, in generale per i medici e in particolare per i neurologi.

E’ parte integrante del congresso la presenza di tre importanti società scientifiche nazionali, Siapav, Siss e Simeu, che arricchiranno con il loro contributo i contenuti dell’iniziativa.

Ci sarà il corso di Neurosonologia, la sessione dedicata agli infermieri e la sezione per le comunicazioni poster, per contribuire a meglio rappresentare i molteplici interessi che la patologia vascolare cerebrale suscita.

Nel corso del Congresso ci saranno interventi di autorevoli medici nazionali ed europei.

Negli ultimi anni, i progressi terapeutici nel campo delle patologie cerebrovascolari, hanno modificato in modo sostanziale le linee guida di diagnosi e cura dell’ictus cerebrale.

L’evento, con sessioni mattutine e pomeridiane, sarà occasione anche per effettuare una prima riflessione sull’esperienza locale materana, dove da circa due anni è attiva una Stroke Unit, coordinata dal dottor Giuseppe Nicoletti, parte della rete regionale dell’ictus cerebrale, e che ha avuto un positivo impatto nella cura delle fasi iperacute e dell’assistenza dei pazienti affetti da ictus.