Dal 31 ottobre dovrebbe partire la raccolta differenziata porta a porta nell’area metropolitana di Matera, a seguito del contratto siglato proprio oggi, così come reso noto con un comunicato stampa nel quale si legge:

“E’ stato sottoscritto  questa mattina, con atto notarile, il contratto di affidamento, alla società Cns (Consorzio nazionale servizi di Bologna), della gestione del ciclo dei rifiuti nei Comuni del sub Ambito1-Area metropolitana di Matera, di cui fanno parte, oltre al capoluogo capofila: Bernalda, Ferrandina, Irsina e Tricarico.”

98milioni e 700mila euro circa l’importo complessivo del contratto stipulato che ha una durata di 7 anni e che prevede la raccolta differenziata spinta (porta a porta), il riciclo dei rifiuti valorizzabili e lo smaltimento di quelli residui, e i servizi di disinfestazione, derattizzazione, pulizia delle caditoie stradali.

Un pacchetto integrato di interventi che garantisce l’insieme delle attività relative all’igiene urbana e che ha l’obiettivo di adeguare agli standard europei i servizi offerti dalle città del sub ambito.

Soddisfazione è stata espressa, al termine della sottoscrizione del contratto, dai Sindaci: Raffaello de Ruggieri, Domenico Tataranno, Gennaro Martoccia, Nicola Morea e Vincenzo Carbone.

Il nuovo servizio di gestione del ciclo dei rifiuti sarà avviato il 31 ottobre 2019 e sarà preceduto da una campagna capillare di comunicazione per permettere a tutti i cittadini di essere informati sulle modalità di corretta gestione dei rifiuti solidi urbani.”

“Per Matera – sottolinea il Primo cittadino Raffaello de Ruggieri – è un momento di innovazione, per il Sindaco significa uscire da un tunnel che dura da due anni e mezzo. Questa vicenda si trascina dal 2016. A maggio 2017 abbiamo pubblicato il bando che è stato aggiudicato a fine 2017. Poi, il calvario burocratico seguito al fallimento della ditta che aveva vinto la gara. Finalmente il 31 ottobre si parte e sarà una vera rivoluzione, prima di tutto culturale. Spariranno i cassonetti dalle strade e la raccolta verrà effettuata capillarmente e puntualmente porta a porta. A metà settembre stipuleremo una convenzione con il Conai che ci aiuterà nell’opera di educazione e di informazione dei cittadini alla corretta gestione dei rifiuti urbani. Chiedo quindi la collaborazione concreta, non virtuale come accade adesso, per compiere questo ulteriore passo di crescita della città”.