Pronti? L’odore della buona cucina materana e di Basilicata sono un invito davvero unico a gustare i sapori della buona tavola in un anno, quello di Matera capitale europea della cultura 2019, destinato a consolidare la fiducia dei buongustai locali e gli apprezzamenti (ne siamo certi) degli ospiti che visiteranno la Città dei Sassi e della nostra piccola ma unica regione. E un contributo davvero concreto in tal senso viene dalla XXII edizione del concorso gastronomico ”La cucina calda nella ristorazione”, che si terrò il 22 e il 23 gennaio prossimi presso la Sala Ricevimenti Garden in via della Tecnica. Il presidente dell’Associazione cuochi materani,Francesco Paolo Fiore, con le colleghe e i colleghi di diverse fasce di età ci tengono a proporre con la professionalità e la passione di sempre saperi e sapori che dalla cucina passano alla tavola con una passaparola, destinato a raccogliere consensi e applausi. E con una soddisfazione in più quando a raccogliere il testimone sono i giovani cuochi, rispettando la tradizione, i prodotti della nostra terra e con un pizzico di creatività che costituisce valore aggiunto per il nostro territorio e per le realtà regionali (Associazione regionali cuochi lucani) e nazionali (Federazione italiana cuochi) che seguono iniziative interessanti come quella di Matera.

PROGRAMMA E OBIETTIVI DELL’INIZIATIVA

“La Cucina Calda nella Ristorazione – XXII Concorso Gastronomico” che si svolgerà nei giorni 22 e 23 gennaio 2019 presso la sala Ricevimenti Garden, sita in Via della Tecnica, 29/E Zona Paip 1-2 75100 Matera (MT)
Si tratta della ventiduesima edizione di un’iniziativa nata per promuovere l’integrazione tra diversi soggetti e diversi sistemi che si misurano sul versante dell’arte nella ristorazione.
Il concorso gastronomico di elevatura interregionale è pertanto un’occasione di incontro e di confronto che valorizza l’arte culinaria come veicolo di promozione tra operatori del settore ristorativo-gastronomico, sia professionale che scolastico, in un contesto di reale integrazione per tutti.
Tra gli obiettivi primari di tale evento c’è proprio quello di trarre vantaggio dalle nuove proposte per lo sviluppo di conoscenze e competenze che consentono, soprattutto ai giovani, di sviluppare le proprie capacità individuali collaborando e confrontandosi in un lavoro di squadra.
Parallelamente al Concorso, si vuole porre l’attenzione sul tema dell’educazione e dell’integrazione da una prospettiva tecnico-scientifica attraverso la realizzazione di un Convegno dal titolo “La luce e il cibo, la Basilicata e i colori della biodiversità”, che aprirà l’evento il 22 gennaio p.v. alle ore 9.30, momento questo che consentirà il confronto tra attori istituzionali e sociali e proseguirà anche per la mattinata del 23 gennaio.

Il presidente
Francesco Paolo FIORE